Piante di coca mai a rischio estinzione

di Valentina

Se c’è una pianta che sopravviverà al pericolo “estinzione” causato dai cambiamenti climatici è quella della coca. Si, proprio quella che serve a produrre la cocaina. Questa è la curiosità che vogliamo condividere con voi.

E’ grottesco, a metà tra il divertente e l’incredibile. Eppure secondo gli scienziati dell’IPCC, l’Intergovernmental Panel on Climate Change, se vi è una pianta che biologicamente sembra essere resistente a qualsiasi tipo di cambiamento climatico è proprio lei. A quanto pare infatti il possibile innalzamento di circa 4 gradi nella fascia tropicale potrebbe mettere a rischio le colture di caffè ma lasciare praticamente intaccate quelle dalle quali si estrae la pericolosa droga. Commenta il dott, Charles Helling, del Ministro dell’Agricoltura statunitense:

La coca è unica nel suo genere: ha uno strato di cera molto resistente che protegge le foglie, e tende a far perdere loro meno acqua. È molto più resistente delle altre piante tropicali

E questo le consentirebbe di sopravvivere senza problemi anche ad una diminuzione delle precipitazioni. Anzi, per assurdo, in alcuni luoghi dove la pianta viene coltivata, i cambiamenti climatici non hanno portato ad un suo lento diminuire, ma ad un aggiustamento da parte della pianta stessa, che si è adattata a sopravvivere con poca acqua. Nel contempo, lo ripetiamo, cacao e caffè rischiano l’estinzione se non adeguatamente curate. I cambiamenti climatici infatti non rappresentano un problema solo per via dell’aumento delle temperature ma per le parassitosi che in qualche modo sostengono. Negli ultimi tempi, in particolare in Brasile si stanno sperimentando delle infezioni fungine difficilissime da combattere. Tutte a discapito delle piantagioni legali di cacao e caffè, rispetto a quelle della coca.

Quel che possiamo fare noi, oltre ad avere cura del nostro paese fino a che possibile, è quella di tentare di mettere a punto delle soluzioni tecnologiche in grado di dar modo alle piante di svilupparsi in modo adeguato.

Photo Credits | Rafal Cichawa / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.