Funghi delle piante, sclerotinia

di Marion

La sclerotinia è una malattia delle piante che ne colpisce tutte le parti: fusti, foglie, frutti, fiori, radici e tuberi. Il fungo responsabile (Sclerotinia sclerotiorum) vive nel terreno ed attacca soprattutto le colture di soia, girasoli, colza, pomodori, patate, carciofi, sedani, leguminose in genere e cucurbitacee. Può tuttavia fare la propria comparsa anche sugli alberi da frutto (vite, mandorlo, pesco, susino e agrumi) e non disdegna le piante ornamentali. La malattia si manifesta con la comparsa sui fusti di chiazze cotonose biancastre su cui su formano dei piccoli corpi più scuri, i cosiddetti sclerozi, e la sua insorgenza è favorita da irrigazioni troppo frequenti e bruschi abbassamenti di temperatura.

Più precisamente, mentre su radici, bulbi e tuberi la sclerotinia si manifesta con rigonfiamenti neri, muffa biancastra e marciumi, sui rami e sul fusto  essa causa lo sviluppo di escrescenze dalla quali fuoriesce del liquido appiccicoso e la comparsa dei corpi scuri già descritti; le foglie invece sviluppano la muffa sulla pagina superiore e cadono dopo essersi completamente disseccate. Stessa sorte tocca ai fiori, mentre i frutti marciscono dopo avere sviluppato sulla propria superficie chiazze cotonose di forma circolare.

Per combattere la sclerotinia bisogna intervenire tempestivamente ed eliminare le parti della pianta colpite praticando un taglio netto ed obliquo con forbici sterilizzate e ben affilate che successivamente andranno disinfettate per evitare nuove infezioni. Le parti così recise (che è meglio non lasciare cadere sul terreno circostante) dovranno essere raccolte e bruciate. Se la malattia ha già colpito bulbi e tuberi anche questi vanno estirpati dal terreno e bruciati. Se l’attacco non è stato così massiccio e pensate di poter ancora salvare la pianta potete provare ad intervenire con prodotti a base di rame o con la poltiglia bordolese.

A scopo preventivo, evitate i ristagni d’acqua ed eliminate periodicamente le erbacce infestanti. Infine non esagerate con le concimazioni.

Commenti (2)

  1. la malattia sclerotina è arrivata nel mio prato inglese, seccando l’erba a forma di nido,che prodotto mi consigliate per estirpare questa malattia? Vi ringrazio per un vostro gentile consiglio. Cordiali saluti.

    1. Ciao! Prova con la poltiglia bordolese. Ammesso che davvero sia sclerotinia. 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.