Semine di settembre: l'indivia

di Valentina

L'indivia, (Cichorium endivia) è una pianta commestibile della famiglia delle Asteracee. Settembre è il periodo migliore per la sua semina, date la sua natura di erba commestibile da stagione fredda.  Parliamo di una verdura da orto ottima da coltivare grazie alla sua forte resistenza, che attecchisce anche in periodi non estremamente congegnali. Una coltura primaverile può essere effettuata nel periodo marzoaprile, ma anche una semina tardiva a luglio è in grado di dare i propri frutti.

L’indivia è una specie in grado di crescere in qualsiasi terreno fertile, a patto che sia ben drenato. Più sostanza organica caratterizzerà il terreno, maggiore sarà la capacità di attecchimento dell’indivia.  Quando si deve procedere alla semina, bisogna tenere bene da conto della varietà che si decide di utilizzare. Se la stagione e la tipologia di pianta non sono compatibili, vi è il rischio di una fioritura precoce senza che il cespo si formi. Come si suole dire comunemente in questo ambito, la pianta rischia di “spigare” senza crescere al punto giusto per essere consumata..

Eco quindi che le varietà invernali non debbono essere seminate troppo presto, e quelle estive, di contro, troppo in là con le stagioni. Queste che ora vi segnaliamo sono le varietà più comuni:

  • Indivia liscia (scarola) Gigante degli ortolani invernale (Growers giant, Perfect) e primaverile (Natasha, Excel);
  • Indivia liscia Bionda primaverile-estiva (Dimara, Sardana);
  • Indivia riccia Wallone invernale (Artica, Despa, Dolly, Ilda, Markant) e primaverile (Snoopy, Woody).

E’ bene richiedere consiglio al venditore delle semenzi prima di effettuare un qualsiasi acquisto.

Appena il terreno è ben drenato e la condizione metereologica si trova al punto giusto per la varietà di indivia scelta, la semina può essere effettuata, avendo cura di lasciare almeno 30 cm tra le buche (piccole) nelle quali inserirete i semi, in modo tale da dare alla pianta il giusto spazio per un suo corretto sviluppo. Al momento della raccolta, che avviene a circa 3-4 settimane dall’impianto ricordate: cercate di eliminare più terra possibile prima di riporla in una cassetta per il trasporto.

zp8497586rq