5 consigli per coltivare gli spinaci

di Valentina

Gli spinaci sono una verdura a foglie molto apprezzata, ma non sempre di facilissimo sviluppo. Abbiamo 5 consigli per coltivare gli spinaci semplici da applicare che possono aiutarvi a raggiungere un risultato ottimale anche nel vostro orto fai da te.

1. Scegliere la giusta esposizione

Gli spinaci sopportano bene le temperature basse ma a dispetto di quel che si possa pensare non amano essere esposte in pieno sole, essendo molto sensibili al calore. Ecco quindi che per coltivare gli spinaci con successo, scegliere la giusta esposizione favorendo la messa a dimora in un posto ombreggiato diventa basilare.

2.  La cultivar giusta

Il periodo che va dalla semina alla raccolta degli spinaci è molto breve: si parla di 40-60 giorni. Ecco quindi che è necessario scegliere la giusta cultivar in base alla stagione in cui si decide di seminare queste piante. Sono due i periodi migliori per eseguire la semina: uno intorno ad aprile-maggio e una intorno a settembre-ottobre.

3. Preparare il terreno

Gli spinaci preferiscono un terreno di medio impasto, argilloso o comunque caratterizzato da molta sostanza organica o humus che mantenga il terreno umido. Allo stesso modo è bene però evitare i ristagni d’acqua pur essendoci la necessità di dare molta acqua a questa pianta per far sì che si sviluppi in modo adeguato.

4. Sarchiatura

Effettuate la sarchiatura del terreno: gli spinaci non vivono bene insieme alle piante infestanti.

5. Attenzione ai parassiti

Tra gli insetti che più possono causare problemi a questa verdura vi sono gli afidi e la mosca dello spinacio. Tra le malattie la peronospora dello spinacio rischia di far seccare velocemente la pianta.

Photo Credits | Kordik / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.