I tutori dell’orto ed il loro posizionamento

di Valentina

Spread the love

Maggio e la rigogliosità di fiori e piante ci consentono di parlare, in maniera certamente esaustiva, dei tutori. Sotto questo nome raccogliamo tutte le strutture alle quali far appoggiare fiori e piante rampicanti che necessitano di un sostegno per la loro crescita. Si tratta di un elemento molto importante e più presente nei nostri orti e giardini di quel che si possa pensare.

Piccolo consiglio: è bene verificare la stabilità dei tutori almeno una volta al mese. Non si può, infatti, fare a meno di rendersi conto che con la caduta del sostegno si corre il rischio di perdere l’intera pianta. E se per un fiore rampicante la situazione è forse rimediabile, stessa cosa non si può dire ad esempio per una pianta di pomodori nell’orto.  Purtroppo sono molte le persone che non danno il giusto peso a tale controllo, riuscendo solamente al culmine massimo della produzione delle proprie piante, a perdere inesorabilmente i propri frutti.

Parliamo della loro fissazione nel terreno. E’ importante che vengano infissi alla profondità definitiva fin dal momento iniziale della loro installazione: è impossibile pensare di procedere in tal senso quando la pianta sarà cresciuta e già legata. A livello tecnico, un tutore per essere considerato solido deve essere interrato per almeno 25 cm e la sua profondità deve essere calcolata, generalmente, in base al carico che dovrà sopportare e l’altezza della pianta. Per una “statura” di un metro e cinquanta, bisognerà superare abbondantemente i 30 cm di profondità.

Per infilare questi sostegni nel terreno è impensabile pensare di riuscire nell’impresa con la sola forza delle mani: sarà necessario utilizzare sia un martello di gomma sia un asse di legno spessa almeno 3 cm per proteggere il tutore dalla forza delle martellate. Un “trucco” necessario specialmente se ad essere inserite nel terreno sono le canne di bambù.

Se avete la necessità di coltivare in filari, raccordate tra loro i tutori con l’ausilio di elementi orizzontali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.