Arbusti che fioriscono d’inverno, il Viburno

di Marion 5

viburno fiorito

Il genere Viburnum appartiene alla Famiglia delle Caprifoliaceae e comprende circa 200 specie adi arbusti sempreverdi o decidui (che perdono cioè le foglie in inverno) originari di Asia ed Europa; I viburni possono essere usati per formare delle siepi e sono ideali per chi desidera avere un giardino fiorito tutto l’anno; le specie a foglia caduca infatti fioriscono in primavera, mentre la gran parte delle specie sempreverdi fioriscono sia in primavera che in autunno-inverno. Si tratta inoltre di piante molto facili da coltivare che possono raggiungere in pochi anni i tre-quattro metri di altezza. I viburni, di forma arrotondata o eretta, hanno foglie ovali o lanceolate e quasi tutti producono bacche e fiori riuniti ad ombrella.

Fra le numerose specie troviamo:

  • Viburnum betulifolium
  • Viburnum acerifolium
  • Viburnum dilatatum
  • Viburnum fragrans
  • Viburnum grandiflorum
  • Viburnum opulus
  • Viburnum tinus
  • Viburnum rhytidophyllum

Oggi in particolare vogliamo parlarvi del Viburnum fragrans, poichè proprio questa specie di viburno produce in novembre-dicembre dei bei fiori bianchi riuniti in mazzi molto profumati. Si tratta quindi di un arbusto deciduo rustico a fioritura invernale che presenta rami eretti, foglie ovali, dentate, acuminate all’apice di colore verde scuro con sfumature arancioni e raggiunge i tre metri di altezza in tempi relativamente brevi.

In generale, i viburni richiedono poche cure colturali e non temono nè il freddo, nè le temperature elevate. Crescono bene sia in pieno sole che in penombra e vanno annaffiati solo in caso di siccità prolungata. Non hanno bisogno neppure di potature regolari, le piante troppo fitte possono essere sfoltite semplicemente recidendo i rami secchi subito dopo la fioritura. La concimazione può essere fatta a fine autunno interrando concime organico alla base della pianta.

La moltiplicazione avviene per talea: quella delle decidue deve essere semilegnosa e prelevata a giugno-luglio, mentre per i viburni sempreverdi occorre prelevare talee da rami maturi.

google-max-num-ads = "1">