Gerani odorosi, aromi di frutti e spezie per rendere ancora più bello il giardino

di Marion 4

Pelargonium graveolens

Spesso il geranio, fiore molto bello e di grande effetto, oltre che facile da curare, viene un pò snobbato da chi non se ne intende troppo di giardinaggio a causa del suo profumo leggermente sgradevole. Infatti forse non tutti sanno che fra le molteplici varietà di geranio ne esistono diverse profumate. Gli aromi speziati e fruttati offerti da questi gerani li rendono ideali per arricchire ancora di più i vasi e le fioriere, ma anche aiuole e bordure, posti in luoghi frequentati del giardino.

I gerani profumati possono essere divisi in tre gruppi:  i gerani che profumano di frutta, quelli che hanno un aroma pungente e quelli il cui profumo ricorda le rose. In ciascuna di queste grandi categorie troviamo piante fiorite appartenenti a specie diverse di gerani e pelargonium. Il loro profumo però si deve alle foglie che contengono un olio essenziale, il geraniolo, usato anche in farmacia e in erboristeria.

I gerani odorosi sono un pò più delicati degli altri e prosperano più facilmente nei climi miti e se posti al riparo durante le gelate invernali. Tra quelli che emanano un profumo fruttato troviamo il Pelargonium crispum minor, maior e variegatum, che sanno di limone, il Pelargonium citrodorum, detto anche Prince of Orange, che sa di arancio, e il Pelargonium odoratissimum che sa di mela ed è meglio noto con il nome di erba malva (già, proprio così!).

Profuma di spezie invece il Pelargonium fragrans (canfora e noce moscata), mentre sa di menta il Pelargonium tormentosum.

Fra i gerani che profumano di rosa troviamo il Pelargonium Graevolens (in questo caso a profumare di rosa è il fiore, mentre le foglie odorano di limone) e il Pelargonium radula, detto anche erba rosa. Quest’ultimo cresce come arbusto e può raggiungere anche il metro di altezza, inoltre alcune varietà di erba rosa possono profumare anche di cannella ed eucalipto.

google-max-num-ads = "1">