Lavori di marzo: trattamenti antiparassitari nel frutteto

di Valentina Commenta

lavori marzo trattamenti antiparassitari fruttetoTra i lavori di marzo importanti da mettere in atto nel frutteto troviamo anche la necessità di trattare le nostre piante con degli antiparassitari specifici al fine di ottenere i migliori frutti, con l’arrivo della stagione preposta per la loro crescita e sviluppi, che sia possibile consumare. Ad ogni specie corrisponde un “attacco” specifico in base all’esigenza.

Tra i primi nemici dai quali bisogna proteggere l’albero vi è il cancro rameale: in questo caso, oltre che ad eliminare i rami colpiti attraverso un’adeguata potatura, si deve agire attraverso la diffusione di rame nella formula specifica per il trattamento delle piante. Bisogna trattare l’albero nel momento in cui si trova in quella fase chiamata di “rottura gemme”. Questa sostanza, infatti, svolge un’azione di “disinfezione” dei tagli di potatura, proteggendo contemporaneamente le germinazioni dagli agenti patogeni causanti il cancro. Si tratta di un approccio utilizzato principalmente per il melo ed il pero. Trattamenti a base di rame sono ottimali anche per l’occhio di pavone tipico degli ulivi.

Allo stesso modo si agisce nei confronti degli attacchi di Corineo su susini e ciliegi. In caso di Monoliosi dei fiori, viene invece richiesto su queste due specie e sugli albicocchi ed i peschi, di agire con i seguenti principi attivi: fenbuconazolo, fenexamide e tebuconazolo. Anche se è consigliato agire solo ed esclusivamente all’inizio della fioritura e solo se la malattia è estremamente virulenta in concomitanza di un clima caratterizzato da forti precipitazioni.

Gli alberi da frutto sopraindicati sono molto sensibili anche alle manifestazioni della Cocciniglia di San Jose: in quel caso si utilizzano polisolfuro di calcio ed oli minerali: il primo usato con cautela soprattutto in fase di germinazione perché in grado di “sfinire” le risorse dell’albero, mentre i secondi fino alla loro massima concentrazione utilizzabile secondo istruzioni.  In caso di afidi, è bene affidarsi a questi principi: midacloprid, acetamiprid e piretro naturale, efficaci ma non troppo invasivi.

Photo Credit | Thinkstock

google-max-num-ads = "1">