Parassiti delle rose, come combatterli con metodi naturali

di Daniela Commenta

parassiti rose

Le rose sono considerate le regine dei fiori e in effetti la loro bellezza lascia davvero senza fiato; per avere rose rigogliose e dalla fioritura abbondante, fate attenzione ai parassiti che molto spesso colpiscono questi splendidi fiori compromettendone la bellezza. Come combatterli? Naturalmente con metodi naturali.

Neutralizzare i parassiti delle rose senza ricorrere a prodotti chimici è possibile: basta conoscere i rimedi naturali.

Tra i parassiti che spesso attaccano le rose ci sono gli afidi, noti anche, e non a caso, con il nome di pidocchi delle rose; sono dei piccoli parassiti che si nascondono sotto le foglie alla base dei boccioli e che si nutrono di linfa delle rose. Per combatterli potete usare dei semplici antagonisti naturali, come le coccinelle, che si nutrono proprio degli afidi. In alternativa potete preparare un decotto all’aglio che si rivelerà un antiparassitario naturale potentissimo.

Per preparare il decotto all’aglio procedete così: fate bollire due teste di aglio in un litro d’acqua fino a farle sfaldare; lasciate raffreddare e filtrate l’acqua con un colino; travasate il liquido ottenuto in uno spruzzino e irrorate l’intera pianta di rose in modo da eliminare i parassiti; questo sistema è utile anche contro la cocciniglia.

Se le vostre rose sono state colpite dalle mosche delle rose, l’unico rimedio efficace sarà potare la parte danneggiata; questi parassiti, infatti, si sviluppano all’interno del fusto e si nutrono mangiando l’interno della pianta.

Se le foglie delle vostre rose risultano mangiucchiate, osservate bene: tra di esse dovreste trovare un bruco. Come fare? Preparate un rimedio naturale a base di acqua e pepe.

Se, invece, notate delle macchie nere sulle foglie, vuol dire che la pianta è stata colpita da un fungo; correte ai ripari preparando un trattamento specifico naturale. In una bacinella mettete tre litri e mezzo d’acqua, un cucchiaio di bicarbonato di sodio e tre gocce di detersivo per piatti; mescolate il tutto e sistemate il liquido in uno spruzzino con il quale andrete a spruzzare le piante colpite una volta ogni due settimane.

 

[Fonte]

 

Photo Credit | Thinkstock

 

google-max-num-ads = "1">