Pioppo cipressino, pianta da siepe

 
Daniela
22 giugno 2012
1 commento

Populus nigra “Italica”

Uno degli alberi più usati per realizzare delle siepi frangivento è il Populus nigra “Italica”, meglio conosciuto come Pioppo cipressino, una pianta appartenente alla famiglia delle Salicaceae, varietà del più noto Pioppo nero. Anche il pioppo cipressino è una pianta adatta al clima marino e può essere coltivato anche in spazi ristretti grazie alla sua forma stretta e allungata.

Il Pioppo cipressino, infatti, possiede un portamento colonnare e una chioma dalla forma piramidale; le foglie sono lunghe circa otto centimetri, di colore verde chiaro e dalla forma triangolare. La fioritura avviene in primavera, a marzo e ad aprile, e dà origine a fiori maschili di colore rosso e a fiori femminili di colore verde-giallo; a quest’ultimi succedono i frutti, ovvero delle capsule ovali contenenti i semi.

Il Pioppo cipressino è un albero molto longevo: può vivere fino a 300 anni; non richiede potature se non ne caso di rami rotti o pericolanti; il suo legno è di scarsa qualità e quindi non viene molto utilizzato e, come vi abbiamo già detto, viene coltivato per realizzare delle siepi oppure a scopo ornamentale.

 

[Foto]

Pioppo cipressino

  • Fioritura: primaverile
  • Impianto: in primavera
  • Tipo di pianta: albero
  • Altezza max: 30 metri

Esposizione

Il pioppo cipressino ama le esposizioni soleggiate, anche se può vivere bene pure in penombra, purché possa ricevere i raggi solari almeno qualche ora al giorno; non teme le temperature fredde, mentre in caso di clima particolarmente ventoso è bene assicurare i giovani alberi a dei tutori solidi per evitare che il vento scalzi le radici poco sviluppate.

Terreno

Il terreno ideale per il pioppo cipressino è quello ricco, soffice e abbastanza drenato.

Innaffiatura

Le annaffiature devono essere abbondanti e frequenti soprattutto d’estate e in caso di esemplari giovani; gli esemplari adulti, invece, generalmente si accontentano delle piogge e vanno annaffiati solo in caso di siccità prolungata.

Malattie e avversità

Il pioppo cipressino può essere attaccato dagli afidi.

Concimazione

La concimazione deve essere effettuata all’inizio della primavera o in autunno usando dell’humus o dello stallatico maturo da interrare nei pressi del fusto.

Moltiplicazione

La riproduzione del pioppo cipressino avviene per semina oppure per talea da effettuarsi in primavera.

Articoli Correlati
YARPP
Olivello, pianta da siepe

Olivello, pianta da siepe

Stanchi della solita siepe sempreverde ad effetto monocromatico? E allora considerate l’idea di coltivare un Olivello spinoso, pianta arbustiva perenne originaria dell’Europa e del continente asiatico, particolarmente apprezzata per la […]

Tasso, pianta da siepe

Tasso, pianta da siepe

Il Tasso (o Taxus baccata) è una pianta arborea o arbustiva perenne originaria del bacino del Mediterraneo. Si tratta di una pianta che presenta fusti di colore rossastro o grigio, […]

Biancospino, pianta da siepe

Biancospino, pianta da siepe

Se volete creare una barriera impenetrabile nel vostro giardino, potete puntare sulla coltivazione del Biancospino, magnifica pianta arbustiva originaria dell’Europa, dell’Asia e del continente americano ed appartenente alla famiglia delle […]

Piante da siepe, il Berberis

Piante da siepe, il Berberis

Il Berberis è una pianta appartenente alla famiglia delle Berberidacee ed originaria dell’America del Sud e del continente africano. E’ caratterizzato da fusti che possono raggiungere i due metri di […]

Pioppo nero, l’abero dei viali

Pioppo nero, l’abero dei viali

“… è il più sfortunato, senza né pregi, né salute. Non serve per il fuoco, né per la scultura. Viene consolato dalle liane che sono le suore del bosco…”. Con […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1anna

    il pioppo cipressino si deve potare?

    24 set 2012, 11:58 Rispondi|Quota