Albero dei fazzoletti: caratteristiche e particolarità di questa pianta

di Filomena D'Aniello

La Davidia involucrata, è una pianta originaria della Cina, che presenta un fusto molto alto e solido, foglie a forma di cuore che hanno una colorazione più intensa nella pagina superiore e più delicata e tenue in quella inferiore, di un verde chiaro e acceso. La pianta può raggiungere i venti metri di altezza; ha un portamento tendenzialmente eretto, ma i suoi rami più vecchi, possono piegarsi e toccare terra, assumendo un atteggiamento cadente. La Davidia è un albero, chiamato anche “albero dei fazzoletti” per la caratteristica dei suoi fiori, che sono bianchi e piccolissimi, ma che sono avvolti da un calice ampio, che prende la forma di un fazzoletto.

 

Il calice del fiore, prende il nome di brattea: queste sono bianchissime e durante la fioritura, avvolgono il fiore, ma è nel periodo della sfioritura che creano un meraviglioso spettacolo, cadendo una dopo l’altra ai piedi dell’albero, come fossero tanti piccoli fazzoletti danzanti. Le brattee, oltre ad essere vistose e di grande effetto, sia durante la fioritura che durante la sfioritura, ma hanno anche funzione protettiva, per il fiore, perché esse schermano i raggi ultravioletti e dalle piogge forti che potrebbero spezzarli.

 

I frutti sono simili a noci e matura a cavallo tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno. Il fusto è scuro e le radici sono fittonate. L’albero di fazzoletti può essere considerato anche un albero ornamentale per la peculiare caratteristica dei suoi fiori cadenti, che lo rendono molto particolare per la sua bellezza. L’albero di fazzoletti, è la pianta ideale per i giardini: necessita di luce, ma cresce bene anche se piantato in una zona poco soleggiata; è preferibile piantarlo in un terreno umido ma che sia drenante, e non va irrigato e potato continuamente.

 

Necessitando di poche cure, e donando uno spettacolo naturale di bellezza, durante il periodo della fioritura e della sfioritura, è considerata una pianta da arredo perfetta. Inoltre, l’albero dei fazzoletti non necessita di un clima mite, perché resiste benissimo anche alle basse temperature. Questo tipo di pianta, si può riprodurre per seme o per talea, ma anche per propaggini. C’è da sapere però che la crescita di questa pianta, richiede moltissimo tempo: generalmente devono trascorrere circa sei anni prima che possano spuntare i primi fiori, per cui, è necessario avere pazienza e costanza.

L’albero dei fazzoletti difficilmente viene attaccato dai parassiti, per cui, resiste nel tempo. Oltre ad essere chiamato albero dei fazzoletti, viene chiamato anche albero delle colombe e albero dei fantasmi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.