Alloro, usi e proprietà

di gianni puglisi

L’alloro è un arbusto sempreverde, tipico della zona mediterranea che cresce spontaneo nei boschi e nelle zone collinari ma che può essere anche coltivato con facilità. Questa pianta è una delle più usate in erboristeria, grazie alle sue proprietà benefiche per la salute, oltre ad essere utilizzata in cucina per aromatizzare molti piatti.

Le parti più utilizzate dell’alloro sono le foglie, ma anche i frutti; le foglie di alloro possono essere raccolte tutto l’anno, ma generalmente si consiglia di farlo tra la primavera e estate perché presentano una più alta concentrazione di proprietà aromatiche. I frutti, invece, vanno raccolti in autunno e solo dopo che sono ben maturi.

Le foglie dell’alloro possono essere usate sia fresche che secche; in cucina si prediligono quelle fresche, mentre per le preparazioni fitoterapiche è meglio procedere con l’essiccazione da effettuare in un ambiente ben ventilato e ombreggiato.

Le foglie di alloro contengono circa il due per cento di cineolo, un olio essenziale molto forte al quale si devono la maggior parte delle proprietà di questa pianta. I benefici maggiori legati all’alloro sono quelli che riguardano lo stomaco: aiuta a favorire la digestione, combatte l’astenia e calma gli spasmi.

Ma non solo: l’alloro è utilissimo anche per uso esterno, ovvero per fare gargarismi e sciacqui in caso di infezioni alla bocca: basta utilizzare un decotto preparato con cinque foglie di alloro. L’infuso di alloro, questa volta ottenuto con due foglie secche spezzettate, è l’ideale per fare pediluvi nel trattamento dei piedi stanchi o che sudano molto

I frutti dell’alloro, poi, sono molto usati nella preparazione di pomate e lozioni lenitive o contro dolori quali reumatismi, contusioni, artriti e slogature; in cosmetica si usa l’olio essenziale di alloro per fare dei bagni rilassanti contro l’insonnia.

Da non dimenticare l’uso dell’alloro in cucina per aromatizzare diversi piatti, marinare le carni e per rendere più digeribili le preparazioni, oltre ad essere impiegato come ingredienti in alcuni liquori digestivi.

 

Photo Credit | Thinkstock

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.