Raccolta delle castagne in pericolo quest’anno

di Valentina

La raccolta delle castagne quest’anno è in pericolo? Di certo stando ai report che arrivano da ogni parte d’Italia, si sta rivelando più complessa degli altri anni. E le motivazioni vanno dal clima un po’ pazzo, fino ai parassiti che stanno mettendo in difficoltà le piante.

Nonostante i prezzi spesso proibitivi al dettaglio, le castagne non hanno mai rappresentato un vero problema nel nostro paese. I vari parassiti del castagno sono sempre stati tenuti sotto controllo senza particolari difficoltà e i frutti dell’albero sono sempre stati degni di questo nome. Quest’anno, in primis a causa del tempo meteorologico, la maturazione è in ritardo sui suoi normali ritmi di almeno 20 giorni ed il fungo Gnomoniopsis sembra aver infettato diversi castagneti, soprattutto in Val d’Aosta creando qualche problema nell’approvvigionamento.

Va ammesso, già negli anni passati era stato rilevato qualche problema, con un calo sensibile delle castagne raccolte, ma mai come in questo periodo. Colpevole di tutto ciò anche un insetto originario della Cina, il Drycoismus Kuriphilus Yasumatsu, chiamato anche cinipide galligeno del castagno. A breve ne parleremo più approfonditamente: si tratta ad ogni modo di una piccola vespa le cui larve pasteggiano sui frutti e sul castagno . Contrastarle, sebbene si stiano registrando ottimi risultati con degli antagonisti naturali di questi insetti, sta prendendo più tempo del previsto. Nello specifico la lotta biologica sta avvenendo attraverso un antagonista anch’esso proveniente dall’oriente: il Torymus Sinensis Kamijo.

La raccolta di castagne è davvero a rischio? Vorremmo dirvi di no, ma è un dato di fatto che i castagneti stiano soffrendo in maniera più netta di diversi attacchi rispetto agli scorsi anni. E non sempre si riesce ad agire nel modo più adatto per evitare di perdere i frutti dell’albero. Preparatevi quindi tra qualche giorno, quando le castagne saranno davvero mature e pronte, a non raccoglierne nello stesso quantitativo degli anni passati.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.