Bulbose autunnali, l'Amaryllis belladonna

di Redazione

L'Amaryllis belladonna o Amarillide è una bulbosa perenne appartenente alla famiglia delle Amaryllidacee ed originaria dell'Africa del Sud, dell'America meridionale e dell'India. E' costituita da un fusto lungo fino a 30 centimetri e da foglie lanceolate di colore verde scuro. I fiori sono rosa, rossi o bianchi, presentano delle striature sui petali ed emanano un delicato profumo.

La fioritura può presentarsi in stagioni diverse, a seconda del metodo di coltivazione, sia in primavera che in autunno o addirittura nel corso della stagione invernale qualora i bulbi vengano forzati. E' una pianta che si adatta alla coltivazione in vaso all'interno delle mura domestiche, essendo poco resistente alle temperature rigide. La coltivazione è abbastanza semplice e non richiede accorgimenti particolari, a patto che si trovi la giusta collocazione in fatto di luce e che si mantenga una certa umidità del terreno nel corso della stagione calda.

zp8497586rq

Commenti (2)

  1. Complimenti, vivevo a contatto con l’amarilla belladonna fino a 20 anni sulle dune del lungomare di San Leone(AG). Poi hanno realizzato una strada di accesso sul bosco delle dune…..ed è rimasto il ricordo.
    Francesco

  2. La descrizione che e’ stata fatta mette solo confusione in quanto descrive l’amaryllis belladonna ma la confonde con l’hippeastrum.L’amaryllis belladonna e’ originario del Sud Africa solo del Sud Africa!! Fiorisce Solo in autunno mai tramite forzatura, spesso non fiorisce il primo anno in quanto la pianta mal sopporta i trapianti, e deve essere tenuta completamente asciutta in e state dopo che le foglie sono appassite, la pianta a differenza dell’hippeastrum sopporta bene temperature invernali fredde sopra lo 0, MAI in casa in inverno

I commenti sono disabilitati.