Rose inglesi: la "William and Catherine"

di Valentina

Spread the love

Nonostante siano passati ormai dei mesi dal matrimonio reale di William e Kate, non solo non si è spento il clamore sulla coppia, una delle più amate attualmente dalla popolazione, ma anche sui particolari addobbi e fiori utilizzati per la cerimonia. Ed ovviamente è proprio di questi che voglio parlavi. Ed in particolare delle rose che nel viaggio della giovane all’altare hanno rappresentato quel pizzico di bellezza in più, rispetto agli alberi scelti da Kate che non ha guastato nell’insieme: la rosa “William and Catherine”.

Si tratta di un fiore creato dal famoso ibridatore inglese David Austin, non nuovo nel consolidare la tradizione di dedicare rose alle celebrazioni della Casa Reale ed ai suoi componenti. E anche in questo caso lo ha fatto con una nuova varietà d rose inglesi che a quanto pare, se volessimo, potremmo averla anche noi qui in Italia.

Il fiore infatti, presentato presso il Chelsea Flower Show 2011 svoltosi lo scorso maggio a Londra, fa parte del catalogo dell’artista, commerciabile in tutta Europa. Tentiamo di entrare nello specifico di questo fiore davvero particolare. Il nome ovviamente, inutile sottolinearlo, è ispirato direttamente alla coppia al quale è dedicato, e come tutte le rose inglesi è in grado di unire la bellezza ed il profumo delle rose antiche alle caratteristiche più apprezzate delle florescenze moderne: il colore e la rifiorenza.

Questa rosa appartiene ad una varietà molto robusta che crescendo va a formare un arbusto dal portamento eretto e folto (non poteva essere altrimenti date le persone alle quali è dedicata, n.d.r). Per la sua struttura è adatta ad essere utilizzata come pianta principale per una aiuola ed una bordura.  Come le rose antiche è caratterizzata da un fiore ricco di petali, ma dalla coppetta poco profonda. Il suo periodo di fioritura va da luglio a settembre.

Adatte ad essere utilizzate come fiori da taglio, le rose “William and Catherine” crescono a mazzi di tenue colore albicocca che sfuma nel crema per arrivare ad un candido bianco a completa apertura della corolla. La fragranza profuma di mirra.

In Italia, al momento presente alla vendita solo come radice nuda, sarà disponibile alla vendita dall’autunno 2011.

Photo Credit: David Austin Roses

zp8497586rq