Arredare il terrazzo con il giardino d’inverno: le basi

di Valentina

Spread the love

Possedere un terrazzo molto ampio consente di pensare in grande. Ampi spazi ci consentono infatti di arredare il terrazzo con la costruzione di un giardino d’inverno.  Nonostante la discordanza ipotetica di parole, questa tipologia di “arredamento” ci consente di avere al coperto una vera e propria serra vivibile di piante rigogliose anche nel periodo invernale.

Quella dei giardini d’inverno è una tradizione tedesca e francese. In Italia sono sempre state conosciute con il poco adatto e romantico nome di limonaie: esse infatti venivano inizialmente usate nel nostro paese per portare a maturazione gli agrumi e far crescere piante esotiche.  Da qualche secolo ormai sono spesso create a puro scopo ornamentale dando spazio in mezzo alle piante a dei veri e propri luoghi di ristoro con mobilio annesso. La prima cosa da fare è ovviamente quella di pianificare bene, se non la si possiede, la copertura del terrazzo. E’ importante affidarsi a personale qualificato che non solo possa progettare la copertura, ma coadiuvarvi, se necessario, per ottenere l’abilitazione legale alla costruzione.  Questo problema ovviamente non esiste se il vostro terrazzo è già coperto o a livello catastale una tale modifica era già stata prevista.

Una volta consci della possibilità di costituire il giardino di inverno per arredare il terrazzo bisogna pensare contestualmente all’esposizione dello stesso rispetto alla luce del sole. Portare l’irrigazione al suo interno è forse la cosa più semplice da fare : molti terrazzi possono contare su un rubinetto per l’utilizzo dell’acqua all’esterno grazie ad una efficiente progettazione.  Ed anche in caso contrario, creare una sorgente di irrigazione attraverso un piccolo impianto idraulico ad hoc non rappresenta di certo un problema.

Una volta ottenuta la struttura, o sistemata quella esistente se ne avete una, iniziate a pensare a ciò che vorrete inserire al suo interno. Piante ornamentali autoctone? Piante esotiche? Agrumi? Dovreste affidarvi ad un agronomo, ma presto vedremo insieme quali sono le piante più adatte.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.