Arredare il terrazzo di un attico con le piante

di Valentina

Arredare il terrazzo di un attico è una operazione che non sempre si rivela così facile come sembra. Sebbene appaia ovvio che la maggior parte delle persone che posseggono tale opzione non abbiano problemi economici e quindi possono permettersi, volendo, di chiamare un professionista, la scelta delle piante da inserire su questo terrazzo speciale non può essere svolta da un architetto. Oggi troveremo insieme delle soluzioni.

Il primo elemento del quale tenere conto è la metratura. E’ inutile fare calcoli o scelte se non si ha una idea precisa dello spazio da occupare. Senza contare che vi è bisogno di distinguere se si parla di una terrazza coperta o scoperta. Quasi sempre quanto si parla di attico, la persona, in caso di mancata copertura ne aggiunge una posticcia, provvedendo con gazebi fissi e pesanti in legno o soluzioni simili. E infatti impensabile, a meno di avere una ringhiera degna di questo nome ed una delimitazione ben precisa, pensare di mettere delle piante in vaso.

Ipotizziamo quindi di avere un gazebo a nostra disposizione. La struttura, che sia essa in metallo o legno, ci da modo di giocare con le pianti rampicanti più belle e con la struttura stessa di copertura. Il massimo dell’eleganza sarebbe riuscire a puntare su diverse tipologie di rosa. Tralascerei buganville e piante pensili che rischierebbero di far scendere disordinatamente i loro fiori a terra: bisogna mantenere la vivibilità dell’esterno  e per farlo bisogna arredare il terrazzo dell’attico in modo tale che i fiori possano organizzarsi quasi a scolpire l’involucro della protezione. Ci si potrebbe azzardare ad utilizzare anche dell’edera, magari frammista, ma in modo ordinato, con delle rose, affinchè dall’esterno il tutto appaia come una gradevole composizione floreale. Se al contrario avete “verandato” l’attico, in questo caso difficilmente potrete inserire delle piante che non siano in vaso e che possano espandersi naturalmente. Qualsiasi fiore gradiate, in linea di massima, in questo caso andrà bene.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.