Basilico, le cure per l’estate

di Giulia Tarroni

Il basilico è una pianta aromatica largamente diffusa nelle nostre case, che può facilmente essere seminata sia in pieno orto che in un vaso, da tenere magari in balcone o sul davanzale della cucina, utilizzandolo per gustosissime ricette casalinghe. Ecco quali sono le principali cure estive per questa pianta, facile da coltivare e che vi può garantire un’ottima resa in termini di foglie da utilizzare per sughi, pesti e ricette varie.

Separate le piantine

Al momento dell’acquisto il vostro basilico si troverà in un vasetto in cui saranno presenti più piantine: ecco voi le dovrete separare e trapiantarle singolarmente in un vaso più grande. Questo per far si che le piante possano crescere adeguatamente e trovare il giusto spazio di sviluppo: vedrete quante dolci foglioline otterrete!

Tagliate spesso le punte

Questo per far si che la vostra pianta non fiorisca: se spuntate regolarmente le punte vedrete che le foglie aumenteranno, in quanto le energie del basilico saranno tese non tanto alla crescita dei fiori, punto di arrivo di ogni pianta, ma alla fogliazione!

Attenti all’acqua ed alla posizione

Non annaffiate troppo la vostra pianta di basilico, e preferite la mattina o la sera dopo il tramonto per irrigarla, e tastate con le dita se il terriccio è umido o troppo secco: attenzione anche al suo corretta posizionamento. Se lo posizionate all’esterno, fate attenzione che non venga raggiunto direttamente dai raggi del sole: altrimenti le sue foglie si bruceranno in poco tempo e la pianta deperirà lentamente. Preferite una zona ombreggiata lontana da correnti d’aria.

foto credit Thinkstock

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.