Coltivare la borragine in vaso

di Valentina Commenta

Come coltivare la borragine in vaso ottenendo un suo sviluppo adeguato e una fioritura degna di tale nome. Vediamolo insieme, ricordandoci che si tratta di una delle erbe aromatiche più diffuse spontaneamente nel nostro paese.

boraggine

Appare quindi ovvio che ciò che stiamo per spiegarvi sia valido principalmente per coloro che vivono in città e che possono dare spazio ad ortaggi ed erbe aromatiche coltivandole solo in vaso. La borragine è una pianta rustica, molto amata dagli insetti impollinatori, caratterizzata da fiorellini azzurri profumati e ricchi di nettare. Per ciò che concerne il consumo umano le foglie di borragine sono perfette per essere consumate nelle frittate, nelle minestre e come verdura cotta in compagnia di altre erbe spontanee o patate.

Drenaggio ed un vaso capiente sono le basi dalle quali partire se si vuole coltivare la borragine in vaso. Quindi un fondo di argilla espansa è la scelta migliore, al quale deve essere aggiunto del terriccio universale ricco di humus. Attenzione, le piante non amano molto essere trapiantate, quindi eseguite direttamente la semina, coprendo appena i semi con il terriccio. Un piccolo trucco per ottenere buoni risultati è quello di mettere a bagno i semi la sera prima. Se le temperature sono miti nel luogo in cui ti trovi, le piante non impegneranno molto tempo per spuntare dal terreno. Si tratta di una semina da eseguire in primavera, ma per esperienza possiamo dirvi che ancora adesso (fine dicembre al momento della scrittura di questo articolo, N.d.R.) abbiamo delle piante rigogliose di borragine in giardino.

Trattandosi di una pianta rustica non sono molte le cure necessarie se non quelle di darle dell’acqua in estate quando le temperature salgono eccessivamente (o quando si sente nel resto dell’anno la terra ne vaso asciutta, N.d.R.). La borragine è un’erba aromatica che da molte soddisfazioni a chi tenta di coltivarla perchè di facile gestione e dall’ottimo sapore. E quella coltivata in vaso è interessante e buona tanto quanto quella nata spontaneamente nei prati.

Photo Credits | Simone Voigt / Shutterstock.com

google-max-num-ads = "1">