Erbe aromatiche, il basilico

di Marion

Il basilico è una pianta originaria dell’Asia tropicale che si è diffusa in Europa attraverso il Medio Oriente; appartiene al genere Ocimum della famiglia delle Labiatae ed è una pianta annuale erbacea che può raggiungere 60 cm di altezza. E’ molto nota e utilizzata per le proprietà aromatiche delle foglie che si presentano di forma ovale lanceolate, provviste di picciolo, e hanno dimensioni variabili a seconda della specie; durante l’estate si ricopre di fiori  bianchi o rosei riuniti in spighe.

Tra le specie di basilico la più coltivata è l’Ocimum basilicum della quale esistono diverse varietà:

Ocimum basilicum varietà Cinnamon, originaria del Messico con i fiori di colore rosa;
Ocimum basilicum varietà Minimum, nota anche come basilico greco, dalle foglie molto piccole, verdi ed ovali.
Ocimum basilicum varietà Crispum, con grandi foglie dalla superficie increspata e dall’aroma intenso.

Quanto alle cure colturali, si tratta di una pianta che tollera poco il freddo, per questo motivo la sua coltivazione avviene con successo soprattutto nelle zone a clima mite, nelle quali richiede comunque un’esposizione soleggiata. Le innaffiature dovranno essere generose, avendo cura però di evitare ristagni idrici; a questo scopo è opportuno metterle a dimora in vasi di terracotta e ricordare sempre di eliminare sempre l’acqua eventualmente rimasta nel sottovaso.

Le concimazioni non sono necessarie, mentre la potatura consiste semplicemente nella cimatura regolare degli apici vegetativi al fine di ottenere una crescita più rigogliosa, mentre durante l’estate può essere utile eliminare i fiori per permettere alla pianta di vivere più a lungo.

Il basilico può essere seminato in marzo-aprile: i semi vanno distribuiti in file parallele sul terriccio e tenuti all’ombra fino alla comparsa dei germogli. La temperatura però deve rimanere intorno ai 20°C, quindi è opportuno coprire il contenitore con un telo di plastica. Una volta che i semi siano germogliati bisogna togliere il telo e attendere che le piante siano cresciute un po’ per metterele definitivamente a dimora a gruppi di 3/4.

In alternativa è possibile acquistare la giovani piante al garden center e metterle a dimora in primavera.

Commenti (2)

  1. Vorrei sapere se esistono delle varietà di basilico rustiche che resistono alle rigide temperature invernali, grazie.

    1. Ciao Marco. Non che io sappia. Puoi provare a coltivarlo in vaso al chiuso ad una temperatura di venti gradi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.