Come coltivare i carciofi

di gianni puglisi

Coltivare i carciofi non è difficile: basta solo seguire dei piccoli accorgimenti ed eseguire la semina nel modo corretto; il carciofo è una pianta appartenente alla famiglia delle Compositae tipica dell’area mediterranea. I tipi di carciofo che vengono coltivati in Italia sono due: le specie autunnali e quelle primaverili; queste ultime possono essere raccolte tra ottobre e novembre, mentre quelle autunnali da febbraio a maggio.

Il primo elemento al quale prestare attenzione nella coltivazione del carciofo è il clima: questi ortaggi temono le gelate, pertanto, le temperature minime devono essere il più miti possibili. Per quanto riguarda il terreno, invece, i carciofi hanno bisogno di un substrato non troppo pesante e che permetta il drenaggio dell’acqua.

Prima di seminare i carciofi, lavorate bene il terreno attraverso una buona vangatura e del fertilizzante. Una volta preparato il terreno potete procedere alla semina, che deve avvenire a una profondità di quaranta centimetri e alla profondità di un metro. Il momento migliore per piantare i carciofi è la fine dell’autunno o l’inizio della primavera.

Una volta piantati i semi procedete con l’irrigazione; proprio l’annaffiatura dei carciofi sono un tema molto delicato, in quanto queste piante, più di altre, teme i ristagni d’acqua e, quindi, tende a marcire molto velocemente. Pertanto procedete con le annaffiature solo quando il terreno risulterò asciutto.

Il periodo della raccolta dei carciofi inizia ad ottobre e, a seconda della specie, autunnale o primaverile, dura fino a maggio; a seconda della pianta si possono raccogliere dai tre ai venti carciofi per pianta; per la raccolta usate delle forbici o un coltello, ma mai a mano. Una volta terminata la raccolta, la pianta entra in una sorta di periodo di riposo fino a quando non si “risveglia” e rientra nel ciclo produttivo. Infine, ricordate che le piante di carciofo sono piuttosto longeve: possono durare fino a sette anni.

 

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.