Come coltivare la lavanda in giardino

di Giulia Tarroni Commenta

La lavanda è una pianta che è possibile coltivare in giardino e che, oltre ad essere molte bella e profumata, può anche essere utile per tenere lontane le zanzare. Ecco alcuni consigli utili per coltivare la lavanda in giardino, senza brutte sorprese.

 coltivare la lavanda

Dove posizionarla?

La lavanda è una pianta piuttosto rustica, che va collocata ad una certa distanza dalle altre, in maniera tale che non siano da ostacolo per la circolazione dell’aria. Ma fate anche in maniera che sia in una zona che all’occorrenza possa proteggerla dal vento e dal freddo. Un esempio? A ridosso di un pozzo, oppure di un muretto, sono due collocazioni ottimali.

Come piantarla?

Per iniziare a coltivare la vostra pianta, vi basterà prendere un ramo lungo almeno una decina di centimetri, inserendola nella zona nella quale la volete piantare. Arricchite poi il buco dove andrete ad inserire il ramo, arricchendo il terriccio con della sabbia per favorire il suo radicamento, o anche con del compost fai da te. Ovviamente per il primo anno di vita la vostra pianta di lavanda andrà annaffiata regolarmente.

Quando potarla?

Una volta che la vostra pianta di lavanda avrà fatto i primi fiori, e questi si saranno seccati, la dovrete potare: intervenite sui rami fioriti recidendoli con forbici pulite e facendo un taglio netto, per non creare sofferenza alla pianta. Ovviamente quando la pianta raggiunge la sa massima fioritura, raccoglietene i fiori ed utilizzateli per profumare la vostra casa.

Se invece siete interessati alla coltivazione della lavanda in vaso, ecco alcuni consigli utili:

Come coltivare la lavanda in vaso

Foto credit Thinkstock

 

 

google-max-num-ads = "1">