La manutenzione del prato di Dicondra

di Giulia Tarroni

Un bel prato verde che dura a lungo ed ha bisogna di scarsa manutenzione? Senza dubbio quello a base di Dicondra, un’erba molto resistente che va piantata a partire dal mese di aprile fino a fine maggio, in terreni profondi anche solo 20-30 cm. Ecco alcuni consigli utili per una buona manutenzione di questo prato.


Per prima cosa ricordiamo che la semina deve essere fatta superficialmente, in quanto trattasi di un seme moto fine, che quindi preferisce un terreno anche poco profondo ma ben lavorato, non troppo umido nè troppo secco, per lo meno per i primi momenti della semina.

La dicondra è da preferire soprattutto nelle zone aride, in quanto si tratta di un’erba che ben tollera la siccità: ma ciò non vuole dire che non debba essere annaffiata regolarmente, soprattutto nelle prime settimane di semina. Dopo  vi basterà annaffiare un paio di volte a settimana per avere un bel manto erboso uniforme e di un bel colore verde speranza.

Un altro consiglio è quello di intervenire regolarmente con un buon fertilizzante: si tratta di un’erba che necessita di una fertilizzazione uniforme, anche a discreta profondità soprattutto nei primi periodi. Il fertilizzante sarà utile per consolidare lo sviluppo delle giovani piantine.

Foto credit Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.