Prato verde in estate, ecco come fare

di Gioia Bò

Lo abbiamo piantato, curato, falciato e concimato per tutto l’anno, in modo da ottenere uno splendido tappeto all’interno del nostro giardino. Poi arriva l’estate ed il nostro prato si trasforma in una distesa di paglia, assumendo una colorazione che disturba la vista e stringe il cuore. Nel corso della stagione più calda dell’anno il prato tende ad ingiallire, il problema può essere evitato con pochi accorgimenti.

La prima cosa da fare è assicurarsi che il prato sia sufficientemente arieggiato. Può accadere infatti che l’acqua non riesca a penetrare in profondità per l’eccessiva compattezza del terreno o per il continuo calpestio. Per permettere all’acqua di penetrare in profondità e quindi di evitare all’erba di disseccare, occorre munirsi di un arieggiatore o di una carotatrice, che producono tagli o buchi sul terreno, permettendo il passaggio dell’acqua.

Quanto alle irrigazioni, poi, occorre intervenire nelle ore serali o addirittura di notte, in modo che l’acqua abbia il tempo di penetrare in profondità e non evapori nel giro di qualche minuto. Tre irrigazioni a settimana possono essere sufficienti, purché si intervenga prima che l’erba assuma una colorazione paglierina e distribuendo dai 10 ai 15 litri di acqua per metro quadro.

E’ opportuno inoltre alzare l’altezza del taglio di qualche centimetri. Piantine troppo basse sono esposte maggiormente ai danni provocati dai raggi solari, mentre piantine di una certa dimensione possono proteggere il terreno e consentire al terreno di trattenere l’acqua più a lungo. E’ bene assicurarsi poi che le lame del tosaerba siano ben affilate, poiché le piantine sfilacciate e tagliate male disseccano con più facilità rispetto a quelle sottoposte ad un taglio netto e preciso.

Inutile dire che in estate si consiglia di calpestare il prato il meno possibile, poiché in questo periodo dell’anno l’erba è particolarmente sensibile e potrebbe subire danni irreparabili nei punti di maggior passaggio.

Photo Credits | Thinkstock

 

Commenti (1)

  1. salve, ho visto in tv che in AUstralia per combattere la siccità aggiungono all’acqua del calcio solubile, sembra che permette la penetrazione in profondità dell’acqua il 50% in più del normale! che ne dite?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.