Festival dei semi il 28 e 29 aprile a Firenze

di Valentina

Parliamo sempre di manifestazioni florovivaistiche, ma come tralasciare un incontro come quello rappresentato dal “Festival dei semi” che si terrà a Firenze dal 28 al 29 aprile? Il seme è la base di tutto: ortaggi, fiori, alberi. Conoscerli e sapere prendersi cura di loro è basilare.

Saper condurre una buona semina è importantissimo. Il tasso di germinabilità, il modo nel quale conserviamo i semi, il nostro ottenerli naturalmente: tutto deve essere condotto in un certo modo. Questa manifestazione che vedrà tra l’altro la partecipazione di Vandana Shiva, l’ecologista indiana che da anni lotta per la difesa del pianeta e a favore del libero scambio delle sementi, focalizzerà la sua attenzione sull’agricoltura priva di OGM e condotta naturalmente. Sarà la biodiversità uno degli argomenti principali che verranno affrontati con uno spot particolare dedicato ai semi locali.Le due giornate di Firenza possono contare sul patrocinio di  Seed Freedon e dell’associazione Navdanya International. Entrambi i gruppi si occupano da tempo di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza di difendere l’ambiente e soprattutto le sementi locali, al fine di mantenerli liberi da qualsiasi speculazione. Ne abbiamo un esempio recente con la legge sulle sementi della Comunità Europea, fortunatamente mai andata in porto. Il Festival dei Semi è aperto ad associazioni ed istituzioni che si occupano dell’ambiente e nello specifico è stato pensato per appassionati di ogni età: dai bambini fino ai produttori di semi più esperti. Oggi la  Carovana dei Semi partirà dalla Grecia per  arrivare a Firenze il 28-29 aprile e continuare verso Genova. Se volete avere maggiori informazioni sull’evento potete informarvi sul sito ufficiale.Se possiamo consigliarvi è un evento da non perdere. Sarà anche possibile scambiarsi i semi mettendosi a confronto con professionisti ed appassionati. Non solo, l’incontro con l’ecologista indiana che da anni è impegnata in una estenuante difesa del pianeta potrebbe aiutarvi ad entrare in contatto con la natura e la sua bellezza più di quanto potevate pensare di avere bisogno.Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.