Festival del Gioco nel Giardino e nel Paesaggio il 7 marzo

di Valentina

Quando si pensa al giardino non si pensa solo ad un “raccoglitore” di fiori e piante ornamentali: si parla di uno spazio verde vivibile sia per adulti che per bambini. Ed è proprio a loro che si pensa con il Festival del Gioco nel Giardino e nel Paesaggio che si terrà il prossimo 7 marzo a Lainate.

Perché il giardino è anche il modo nel quale lo si vive. E l’evento organizzato da Regis, la Rete dei giardini storici italiani insieme all’AIAPP- Sezione Lombardia,  Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio, vuole focalizzare l’attenzione sulla cura che è necessario avere per questi spazi attraverso delle esperienze di tipo ludico, divertenti e capaci di far comprendere anche ai bambini l’importanza del rispetto per la natura. Il bello di questa iniziativa, il fattore che merita approfondimento, consta nel fatto che il prossimo sette marzo è solo l’inizio di un percorso che durerà tutto l’anno e che focalizzerà l’attenzione sulla necessità di preservare i giardini, i parchi ed il verde in ogni sua forma.

Partendo da attività, come vi abbiamo anticipato, fino ad arrivare a parlare, per i più grandi, di progettazione degli spazi. Attraverso questi eventi si vuole ricreare un rapporto ricercato e serio con la natura,  rendendolo gradevole anche ai bambini attraverso giochi divertenti e momenti di allegria. Gli organizzatori hanno posto queste finalità al festival:

  • Informare e educare al gioco negli spazi aperti un pubblico vasto ed eterogeneo.
  • Informare, sensibilizzare le amministrazioni pubbliche verso la qualità e la varietà dell’esperienza ludica migliorando nel contempo l’utilizzo delle risorse economiche e ricorrendo a competenze specifiche.
  • Definire delle linee guida per una buona progettazione e contestualizzazione dei giochi nelle diverse aree, storiche o contemporanee.
  • Promuovere la cultura del giardino e del paesaggio come luogo di diletto e di memoria.
  • Coinvolgere e sensibilizzare un pubblico vasto ed eterogeneo alla conoscenza di un patrimonio paesaggistico non sufficientemente noto, ma dal grande potenziale attrattivo e turistico.

 

Non dimentichiamo mai quanto sia importante vivere la natura e prendersi cura di essa.

Photo Credit | Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.