Piante acquatiche, i fior di loto

di Marion

Con il nome di fior di loto si indicano due specie di piante acquatiche appartenenti al genere Nelumbo, della famiglia delle Nelumbonaceae, originarie di Asia, America e Australia. Più precisamente, si tratta delle specie Nelumbo lutea e Nelumbo nucifera che, come le ninfee, sono impiegate per dare un tocco di magia a stagni o piccoli invasi di acqua in giardini e boschetti.

La nelumbo nucifera, meglio nota con il nome di fiore di loto asiatico, è caratterizzata da grandi foglie (possono raggiungere fino a 60 cm di diametro) dall’aspetto ceroso, fiori rosa profumati e frutti ornamentali che una volta essiccati entrano a far parte di deliziose composizioni floreali. Si tratta di un fiore sacro per buddisti e induisti i quali lo considerano, fra l’altro, simbolo di purezza per la sua caratteristica di emergere candido da terreni fangosi.

La nelumbo lutea (o loto americano) è originaria dell’america centro-meridionale, ma viene coltivata nell’america del nord dai nativi per l’uso alimentare di semi e rizomi. E’ caratterizzata da fiori profumati e di colore giallo.

I fior di loto possono raggiungere il metro di altezza e le loro radici devono essere coperte da almeno 15-20 cm di acqua. Quanto agli accorgimenti colturali, si tratta di piante molto resistenti che esigono di essere coltivate in pieno sole o in penombra, mai all’ombra completa. Vanno messe a dimora in contenitori capienti (fino ad 80 cm di diametro per le piante più robuste) riempiti di terriccio fertile misto a torba e quindi ancorati al fondo dello stagno o laghetto.

Nelle zone caratterizzate da inverni particolarmente rigidi è opportuno rimuovere i contenitori dall’acqua e tenere le piante immerse in sabbia umida e al riparo fino alla primavera successiva. Una volta immerse in acqua le piante prolificano piuttosto rapidamente formando in breve tempo un suggestivo tappeto di fiori e foglie.

Una curiosità: i frutti presentano numerosi fori ciascuno contenente un seme dal potere febbrifugo e antinfiammatorio.

Commenti (4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.