Aiuola e bordura, la scelta delle piante

di Marion

Sapevate che esiste una differenza tra aiuola e bordura? I due termini infatti vengono spesso usati come sinonimi, ma in realtà mentre l’aiuola rappresenta una striscia di terreno delimitata destinata alla coltivazione di piante e fiori, la bordura è invece costituita da un gruppo di piante che seguono un margine e segnano così un confine. Potremmo dire quindi che mentre l’aiuola ha una funzione meramente decorativa ed è destinata ad accogliere nella propria superficie piante di volta in volta diverse, la bordura funge in qualche modo da elemento architettonico ed ha quindi carattere permenente.

Aiuola e bordura, come scegliere le piante

Ne consegue che la scelta delle piante per il giardino dovrà essere fatta tenendo conto anche della loro destinazione: le piante da aiuola ad esempio sono in genere annuali, devono essere resistenti alle intemperie, oltre che molto belle e vistose e, naturalmente avere lo stesso periodo di fioritura (ad esempio Pelargonium, Fucsia, Tagetes a fiore piccolo, Petunia). Per le piante da bordura invece la scelta ricade in genere su piante perenni con una maggiore rusticità, oppure su arbusti compatti e persino succulente.

Quindi, per fare i giusti accostamenti, prima di acquistare le piante per aiuole e bordure dovremo tenere conto anche di fattori quali: il tipo di terreno di cui disponiamo, l’esposizione (ombreggiata, semiombreggiata, soleggiata, ventosa) della zona del giardino in cui sorge l’aiuola o la bordura, nonchè del periodo di fioritura e del colore del fiore delle piante che ci attirano di più. Inoltre, se le aiuole, o la bordura, sorgono vicine alla casa o comunque in un luogo frequentato del giardino, sarà meglio informarsi preventivamente circa la loro capacità di fungere da richiamo per insetti, api, formiche e/o uccelli.

Quanto alle piante, queste al momento dell’acquisto devono avere un aspetto sano e rigoglioso; le piante da fiore vanno acquistate ancora in boccio, mentre le perenni dovranno essere ancora giovani e non avere sviluppato fitte radici in vaso che ne renderebbero più difficoltoso l’attecchimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.