Arredare il giardino: cambiare aiuola ogni anno è possibile

di Valentina

Quante volte, magari presi da estro creative avreste volute cambiate la disposizione delle vostre aiuole? O magari accontentandovi di poco la loro formazione? Non è così difficile come sembra. E se seguirete dei consigli base che ora vi daremo, potreste anche riuscire nell’intento di cambiare annualmente questo compendio di arredamento tanto particolare e naturale. Cambiare aiuola ogni anno non è impossibile.

Anche se questo  sarà possibile esclusivamente se, non dandoci retta nelle istruzioni datevi in passato sulle aiuole e sulla loro costruzione più consona, non avete creato una struttura fissa sottoterra ma vi siete limitati ad utilizzare del materiale naturale. Nel caso quindi non abbiate creato muretti, non abbiate utilizzato cemento o piastrelle, potete con un po’ di impegno variare forma e dimensioni della vostra aiuola senza particolari problemi, anche se entro certi limiti.

Prima di tutto asportate un pezzo di prato, con delicatezza nel punto dove volete spostare la vostra aiuola, comprensivo di terriccio.  Trapiantate poi le piante (alcune o nell’interezza a seconda dell’intervento di cambiamento che intendete effettuare, n.d.r) nel punto dal quale avete asportato il prato. Prendete il pezzo asportato e ricoprite la vostra vecchia aiuola. Va da se, visto che non parliamo di una bordura, che in linea di massima anche se modificata rimane pressocchè perfetta, onde evitare che si veda il rimaneggiamento, la nuova aiuola deve essere simile alla vecchia per forma e dimensioni al fine di “tappezzare” bene il terreno usato.

Poche ore di lavoro riusciranno in questo modo a dare un aspetto differente al vostro giardino. Lavoro differente è necessario se avete intenzione di cambiare la composizione delle piante al suo interno. In questo caso si tratterà semplicemente di trovare delle nuove piante da inserire al suo interno, facendo in modo tale che per caratteristiche fisiche, o meglio di sopravvivenza, i fiori e gli arbusti scelti siano molto simile. Per farvi un esempio, una palma ed un tulipano non sono poi così intercambiabili… meglio scegliere con gusto e cognizione la flora da piantare.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.