Un fungo minaccia il basilico: distrutto un terzo del raccolto

di Mariposa

Le piantine di basilico sono in pericolo a causa di un fungo killer.  A darne l’annuncio è la Confederazione italiana degli agricoltori (Cia) che avvisa che un terzo della produzione ligure è andata persa. Chi è questo fungo? Si tratta della peronospora, viene dall’Africa e secondo gli esperti il suo proliferare è stato aiutato anche dalle condizioni meteo di questa estate.

È un problema serio serve una nuova gamma di fitofarmaci per debellare questo fungo che da quasi 10 anni è entrato nelle piantagioni e ora tende ad essere resistente ai pochi fitofarmaci approvati. Gli agricoltori hanno imparato a governare questa malattia, il lavoro fatto negli anni scorsi si è dimostrato un buon argine, ma serve un intervento tempestivo: il rischio è quello di compromettere il raccolto di quest’anno e di mettere a rischio la sopravvivenza di numerose aziende e di posti di lavoro.

Ha commentato l’assessore ligure all’Agricoltura Giovanni Barbagallo al Secolo. Come si può debellare il fungo? Un suggerimento arriva da Giovanni Minuto, direttore del Centro sperimentale agricolo di Albenga:

Gli agricoltori devono ridurre l’irrigazione per eliminare l’umidità che favorisce lo sviluppo del parassita.

Purtroppo curare questo fungo è davvero impossibile, almeno con le risorse presenti ad oggi sul mercato. È importante prevenire e per farlo il Centro regionale di sperimentazione agraria di Albenga ha condotto uno studio sulla concia del seme. Sembrerebbe infatti che la propagazione del fungo avvenga attraverso il seme, dove persiste con vigore  e forza. Il basilico non è solo una pianta, ma una materia prima importantissima: ha un valore commerciale di 6 milioni di euro l’anno.

 

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.