Lavori di dicembre: mettere a dimora i narcisi

di Valentina

Un lavoro di dicembre in grado di dare buon “frutti” per il futuro? La messa a dimora dei narcisi. Questa particolare operazione riguardante una delle bulbose primaverili più gradevoli può essere compiuta indistintamente dal mese di ottobre a quello di dicembre. Ecco quindi che questi giorni prima di Natale sono automaticamente gli ultimi per dedicarsi a questa particolare mansione.

Si tratta di una bulbosa e come tale ha bisogno di un adeguato iter per essere impiantata come si deve. Partiamo dal terreno. Il narciso, sebbene sia in grado di nascere praticamente dovunque predilige un terreno soffice ed adeguatamente drenato. L’unico vero problema per il suo impianto è la presenza di un terreno umido e di torba.

Un piccolo consiglio in tal senso, specialmente se intendete piantare altro nel terreno passato il suo periodo di fioritura: il narciso è una pianta che in natura tende ad inselvatichirsi. Per evitare ciò, a estate inoltrata, liberate il terreno dalla fioritura: attenzione, solo quando le foglie saranno completamente secche.

Per la facilità con la quale è coltivabile, questo fiore potrebbe essere scherzosamente definito “user – friendly”. Bisogna infatti ricordare che la loro moltiplicazione avviene naturalmente e non di rado ci si trova con una stupenda distesa di narcisi senza che si sia fatto nulla per moltiplicarli. Di contro vi è che proprio per questo motivo è bene, almeno ogni due-tre anni sfoltire il luogo di messa a dimora.

Piccola curiosità: se il bulbo del narciso nel periodo di riposo vegetativo viene tenuto al caldo, il fiore avrà fioritura tardiva. Se al contrario sarà tenuto al freddo, la fioritura sarà caratterizzata da una sensibile precocità. Se vi state chiedendo come regolarvi con le innaffiature potete stare tranquilli. Il periodo di messa a dimora, coincidendo con il periodo invernale, risulterà abbastanza piovoso naturalmente senza bisogno di un aggiunta “artificiale” da parte di mano umana.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.