Lavori di luglio: punto della situazione nell’orto

di Valentina

Luglio, con il suo arrivo, presuppone una serie di azioni che devono essere eseguite nell’orto per mantenerlo rigoglioso, sano e pieno di frutti per il nostro consumo: la prima di queste è rappresentata dal raccolto. Se siete stati accorti da piantare in tempo i frutti di stagione, le messi saranno ampie e soddisfacenti. Facciamo il punto della situazione.

E’ lapalissiano che, grazie alla bella stagione, sia le nostre aiuole di ortaggi, sia gli alberi da frutto con fruttificazione estiva siano pieni di frutti: il nostro primo “lavoro” sarà quindi quello di raccogliere tutto ciò che possa essere consumato: albicocche, pesche, pomodori, zucchine, insalate di diverso tipo, fagioli, fagiolini, piselli, peperoni e melanzane solo per citarne alcune.

Importante: il fatto che si possano raccogliere i frutti non significa che si possa smettere di irrigare l’orto o annaffiare gli alberi da frutto. La siccità mette a dura prova la sopravvivenza delle nostre piante. Per tal motivo è sempre consigliato, prima del sorgere del sole o appena lo stesso è calato, irrigare secondo le esigenze del terreno e della pianta.

Sarebbe ottimale riuscire a bagnare il terreno in profondità almeno ogni 2-3 giorni. Non solo, un’aggiunta una tantum di humus sul terreno dei nuovi impianti darebbe ottimi risultati. Scegliete però concimi poveri in azoto e ricchi in potassio.

Passiamo ora alle colture: sedano, cipolle, melanzane, cardi, cavoli e porri necessitano di essere incalzati  ogni 3-4 settimane. Prendiamo quini una zappa ed avviciniamo del terreno alla base della pianta, in modo da favorire lo sviluppo delle radici in profondità. Piccolo consiglio relativo ai pomodori: effettuate la “sfemminellatura”: ovvero l’asportazione dei germogli che crescono tra il fusto e le foglie; asportate anche 2-3 rami nella parte bassa della pianta di pomodoro e dopo la formazione del terzo o quarto palco di frutti cimate le piante (rimozione della parte apicale, N.d.R.) per favorirne lo sviluppo.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.