L’irrigazione interrata: una soluzione automatizzata

di Valentina

Il caldo afoso tipico dell’estate costringe chiunque voglia ottenere dei buoni risultati da una coltura, sia essa di fiori o di ortaggi, a trovare il giusto espediente per mantenere il terreno della giusta umidità e mai secco. Tra le metodologie d’irrigazione vi è anche quello dell’impianto interrato. Scopriamolo insieme, cercando di capire per quali tipologie di coltivazione è consigliato.

L’impianto di irrigazione interrata è essenzialmente formato da una rete di tubazioni sotterranee che collegano tra di loro vari irrigatori a scomparsa, ovvero una struttura che viene azionata da una centralina che, in base ai comandi che riceve, regola la l’apertura, la durata e la chiusura di ogni irrigazione. La peculiarità tecnica più importante, va detto, è la capacità degli irrigatori installati nel sistema, di uscire dal terreno a comando grazie alla pressione dell’acqua. Bocchettoni che rientrano nello stesso alla fine dell’innaffiatura.

Si tratta di una metodologia spesso utilizzata per le grandi colture orticole di una certa tipologia per un motivo molto semplice: l’ampio volume di acqua richiesta e la spesa iniziale dei lavori viene ammortizzata adeguatamente solo se l’impianto è diviso in zone e la produzione, con i conseguenti ricavi, è molto alta. Ogni zona, per spiegarvi meglio, è controllata da un’elettrovalvola: essa apre e chiude l’acqua a seconda del programma che viene impostato nella centralina.

Questo tipo d’irrigazione è talvolta utilizzata anche nei giardini residenziali di un certo valore. La sua ecletticità consente di:

  • irrigare automaticamente il giardino anche se si è assenti o in vacanza
  • irrigare senza sprechi e in modo uniforme tutte le zone del giardino o dell’orto
  • scegliere l’irrigazione più adatta per ogni tipo di coltura, diversificando l’irrigazione per zone esposte al sole e per zone sempre in ombra
  • il posizionamento dell’impianto sottosuolo garantisce una buona irrigazione del terreno che rimane libero da ogni ostacolo favorendo le normali operazioni di manutenzione
  • valorizzare l’abitazione e il giardino stesso

Cosa ne dite: è una risposta alle vostre esigenze?

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.