La manutenzione invernale degli impianti di irrigazione

di gianni puglisi

In questo periodo dell’anno è necessario sottoporre l’impianto di irrigazione automatico ad alcune operazioni di manutenzione che hanno l’obiettivo di mantenere in buono stato l’impianto fino alla prossima primavera.

Nelle zone particolarmente fredde, in cui ci sono periodi di temperature inferiori allo zero, l’impianto di irrigazione automatico sia interrato che esterno deve essere svuotato dall’acqua rimasta all’interno, perché l’acqua, gelando, aumenta di volume e potrebbe rompere le tubazioni e le apparecchiature. Le tubazioni possono essere svuotate attraverso due operazioni: apertura della valvola di drenaggio posta nella parte più bassa della linea, oppure utilizzando l’aria compressa.

Alcuni sistemi di irrigazione sono non interrati: si tratta dei tubi pre-forati, dotati di gocciolatori, che si utilizzano nel giardino per l’irrigazione di siepi, alberature, cespugli e nell’orto per l’irrigazione nei canali; anche l’erogazione dell’acqua da questo tipo di tubo è programmata da una centralina elettronica. Per la manutenzione invernale, bisogna spegnere e staccare la centralina e procedere allo svuotamento del tubo aprendo la valvola di drenaggio posta nella parte finale del canale.

In ogni caso, per tutti i tipi di impianto, bisogna spengere il programmatore e togliere la batteria o staccare la corrente elettrica; alcuni programmatori possono essere spenti senza perdere le impostazioni registrate, che torneranno in funzione al momento dell’accensione la prossima primavera. La centralina deve anche essere protetta con materiale isolante, oppure smontata e portata in un ambiente protetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.