L'orchidea Dryadella

di gianni puglisi

Al genere Dryadella appartengono circa quaranta specie di orchidee di medie dimensioni originarie dell’America del Sud, soprattutto delle zone delle Ande; fino a qualche tempo fa le orchidee Dryadella, appartenenti alla famiglia delle Orchidaceae, erano annoverate nel genere Masdevallia.

Le orchidee Dryadella si caratterizzano per la formazione di cespi di foglie nastriformi lunghe dai 7 ai 15 centimetri, lievemente carnose e che spuntano dalle radici rizomatose in autunno, alla base di ogni foglia crescono i fusti che poi porteranno dei piccoli fiori dalla forma campanulata di colore giallo-verde con dei puntini marroni.

Tra le specie di orchidea Dryadella più note c’è la Dryadella albicans, caratterizzata dai fori bianco crema con puntini color porpora. Le orchidee Dryadella sono facili da coltivare, ma bisogna fare attenzione al loro sviluppo in quanto, a causa dei rizomi striscianti, tendono ad allargarsi e a formare ampie colonie.

 

[Foto]

zp8497586rq