Orto sul balcone: i pomodori

di Giulia Tarroni Commenta

 

pomodori

Per chi non può avere un orto o un pezzetto di terra per la coltivazione di alcuni ortaggi, creare un orto sul balcone potrebbe essere la soluzione ottimale. Oggi ci occupiamo di come coltivare i pomodori sul balcone di casa: con alcuni semplici accorgimenti tutti noi possiamo riuscirci, gustandoli in ottime e fresche insalate.

Fra le varietà più adatte alla coltivazione su balconi o terrazzi possiamo citare senza dubbio la Cal-J (i grappoli maturano lentamente e restano sulla pianta a lungo), la  Big Rio (indicata per i climi umidi), la Principe Borghese (caratterizzata da una quantità e qualità abbandonate), la Small Fry e la Pepe (creano grappoli molto piccoli). Ecco cosa fare per avere i vostri pomodori freschi proprio sul terrazzo di casa:

  • Prendete dei vasi singoli profondi almeno 30/40 cm e larghi circa 20/30 cm, con dei fori sul fondo che evitino il ristagno dell’acqua, dannoso per la corretta crescita delle piante;
  • Trapiantate le vostre piante di pomodoro avendo cura di aggiungere terriccio per orto: preferite le piante innestate, che sono più forti e produttive;
  • La posizione migliore dove mettere le vostre piante è quella esposta al sole del mattino, per almeno quattro ore: questo gli consentirà di crescere meglio e velocemente;
  • Innaffiate ogni giorno le vostre piante, leggermente e preferendo un innaffiatoio a raggi: importante è verificare sempre che l’acqua non ristagni sul fondo.

Fatto tutto questo non vi resta che aspettare: i primi frutti dovranno comparire in circa ottanta/cento giorni al massimo. Pronti a gustare i vostri pomodori?

Foto credits: Thinkstock

google-max-num-ads = "1">