Parassiti delle piante: le lumache

di Daniela

Le lumache che attaccano le piante, a differenza di quelle che popolano mari e fiumi, possiedono i polmoni per poter respirare nella terra, e appartengono a varie famiglie. Le lumache si trovano soprattutto nelle zone molto umide, agiscono di notte e sono in grado di provocare gravi danni alla coltura che attaccano, in quanto mangiano le foglie di qualsiasi tipo di pianta e arbusto.

Nonostante le loro piccole dimensioni sono molto voraci e l’attacco di una notte può indebolire l’intera pianta, soprattutto se non è abbastanza forte da sostituire in breve tempo la parte mangiata dalle lumache.

In commercio ci sono delle esche pensate per eliminare le lumache; vanno posizionate nei pressi delle piante attaccate, e i parassiti moriranno in seguito all’assunzione del veleno. L’uso delle esche velenose è un sistema piuttosto efficace, ma è sconsigliato in presenza di bambini e animali domestici.

Altri sistemi per la cattura delle lumache sono quelli manuali; il più semplice da attuare è la raccolta, essendo animali notturni, durante il giorno si riparano sotto le pietre, e quindi sarà facile acchiapparle: di certo non risolverete il problema, ma almeno conterrete il numero di esemplari Un’altra tecnica di cattura è tramite delle trappole realizzate con contenitori pieni di birra, di cui le lumache sono molto golose: una volta entrate, infatti, non riusciranno più ad uscire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.