Gli antiparassitari naturali per l’orto

di AnnaMaria Commenta

Se avete un piccolo orto in casa, vi sarete di certo trovati a combattere contro le infestazioni dei parassiti che possono rovinare il lavoro lungo mesi e danneggiare il raccolto. Inoltre sui prodotti della terra non è assolutamente possibile utilizzare prodotti chimici che poi renderebbero immangiabili i frutti. Insomma, l’unica soluzione sono gli antiparassitari naturali per l’orto.

In genere gli antiparassitari naturali sono preparati a base di piante come estratti, infusi, macerati che possono essere usati non solo per combattere i parassiti ma anche per contrastare le malattie crittogamiche. Si preparano queste “tisane” e poi si distribuiscono sulle piante con uno spruzzatore.

> I 6 PARASSITI PIU’ PERICOLOSI PER LE PIANTE

Un pesticida generico molto efficace è quello a base di pomodori. Si possono utilizzare anche vecchi pomodori andati a male che si devono mescolare all’acqua fino ad ottenere una soluzione liquida che si può cospargere sulle piante da proteggere. Il pomodoro emana un odore intollerabile per molti insetti.

> TINTURA DI PROPOLI CONTRO I PARASSITI E I FUNGHI DELLE PIANTE

Anche l’aglio è un ottimo pesticida naturale per allontanare gli insetti. Si può preparare una mistura di aglio, due cucchiai di olio minerale e acqua. La miscela va fatta risposare, si setaccia per eliminare i residui e poi si utilizza sulle piante. Volendo si può anche aggiungere un cucchiaio di sapone biodegradabile. L’aglio è irritante e repellente per molti parassiti.

> PARASSITI DELLE PIANTE, LE CIMICI

Per eliminare gli afidi, i tripidi e gli acari si può utilizzare il peperoncino infuso in acqua insieme a due gocce di detersivo per i piatti biodegradabile. Anche la birra è efficace per allontanare le lumache. si può infossare una lattina di birra aperta nel terreno e le lumache saranno attratte dal suo odore allontanandosi dalle piante.

Infine per le infezioni fungine è efficace il latte. Spruzzatelo sulle colture per allontanare i funghi e aumentare la quantità di iodio delle vostre piante.

Photo Credit| Thinkstock

google-max-num-ads = "1">