Phormium, il lino della Nuova Zelanda

di Redazione

Il Phormium

Fioritura: nel mese di giugno
Impianto: nel periodo primaverile
Tipo di pianta: arbusto sempreverde
Altezza max dei fusti: 3-4 metri

Il Phormium è una pianta appartenente alla famiglia delle Agavacee ed originario del continente oceanico (non per niente viene chiamato anche il Lino della Nuova Zelanda). Si presenta in forma cespugliosa con lunghe foglie nastriformi somiglianti a quelle dei gigli, dal colore verde brillante, porpora o rosato a seconda della specie. I fiori sono riuniti in pannocchie e fanno la propria comparsa nel mese di giugno.

Si presta sia alla coltivazione in vaso (dove non raggiungerà dimensioni considerevoli) sia all’allevamento in piena terra, dove offrirà il meglio della sua bellezza, creando dei cespugli molto caratteristici alti fino a quattro metri. Non richiede particolari attenzioni per regalare il meglio di sé, accontentandosi di poche e semplici cure ed adattandosi dunque alle esigenze di chi ha poco tempo da dedicare al giardinaggio.

Esposizione. Il Phormium va collocato in una zona molto luminosa della casa o del giardino; se posto in piena terra, necessita di sole diretto. Non ha problemi di temperatura, a meno che durante l’inverno non venga sottoposto a freddi particolarmente intensi per lunghi periodi.

Terreno. Predilige un substrato sciolto e ben drenato, composto da torba, sabbia e materiale organico.

Innaffiatura. Le operazioni di irrigazione devono essere regolari nel corso della stagione estiva, sebbene la pianta possa sopportare dei brevi periodi di siccità. In inverno è opportuno ridurre le innaffiature, ma mantenendo il terreno costantemente umido.

Avversità. Generalmente il Phormium riesce a tenere lontani i nemici, ma a volte viene attaccato da cocciniglie e dalla ruggine.

Concimazione. Ad inizio primavera si consiglia di aiutare lo sviluppo della pianta con del fertilizzante organico o con concime granulare a cessione lenta.

Moltiplicazione. Si propaga per semina o per divisione di cespi alla fine dellinverno/inizio primavera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.