Piante d’appartamento, cosa non fare

di Daniele Pace

Decorare gli interni con le piante è ormai una pratica comune, soprattutto perché con l’arrivo della primavera i colori e le forme attraenti delle piante sembrano dare un’aria diversa a tutto l’ambiente, ma vediamo quali sono gli errori da non commettere.

Spesso si pensa che sia sufficiente acquisire le conoscenze di base della corretta gestione delle piante per potersene prendere cura nel proprio appartamento. Vediamo insieme quali sono gli errori da non commettere per potersi prendere cura anche delle piante che richiedono attenzioni più complesse.

L’acquisto non ragionato

Uno degli errori più comuni è quello di acquistare le piante senza sapere se siano effettivamente adatte ad un appartamento. Ci sono piante che hanno bisogno di maggiore esposizione al sole di altre, e tenerle in casa potrebbe farle morire prima del tempo. Quindi, ciò che è importante quando si acquistano delle piante nuove, è informarsi prima sulla tipologia e sul tipo di attenzioni e cure che necessitano, affinché non appassiscano in poco tempo.

L’ambiente

Con l’arrivo della primavera e poi dell’estate, bisogna ricordare che le ore di sole aumentano e che l’irraggiamento solare sarà più intenso. Per questo motivo è importante evitare di posizionare i vasi davanti alle finestre alla luce diretta del sole. Inoltre, è importante non lasciare le piante in balia della corrente troppo forte (ad esempio sui balconi).

Il fertilizzante

Non va dimenticato che i nutrienti presenti nel terreno, con il passare del tempo, finiscono con l’esaurirsi. È importante concimare le piante con il fertilizzante prima della ripresa vegetativa.

Lo spazio delle radici

Un errore da non commettere è quello di trascurare lo spazio che occupano le radici della pianta. Spesso ci si dimentica della pianta al di sotto del terreno. Le radici, quando il contenitore non è più sufficiente a contenerle, fuoriescono dai fori di drenaggio. Quando si vede qualche radice uscire da questi fori, bisogna estrarre la pianta dal vaso e controllare che le radici non si siano intrecciate nel vaso. Nel caso in cui sia necessario rinvasarla, è importante la scelta del giusto terriccio.

La pulizia

Di solito questa è un’operazione svolta dalla pioggia, ma nel caso di piante d’appartamento è importante pulire le foglie con un pennello in modo che non attecchiscano parassiti come la cocciniglia o il ragnetto rosso. Se si usa acqua del rubinetto, bisogna lasciar decantare l’acqua per 24 ore per far depositare il calcare. Inoltre, ricordatevi di non lasciare le piante bagnate alla diretta esposizione al sole o rischiano di bruciarsi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.