Le piante percepiscono i terremoti?

di Valentina Commenta

Le piante percepiscono i terremoti? Purtroppo a questa domanda non vi è una risposta certa, sebbene negli ultimi anni la ricerca stia puntando ad una possibile correlazione per capire se in qualche modo la flora ed il suo comportamento possano essere collegati all’arrivo di un potenziale sisma.

campo-di-mais

Prevedere i terremoti attualmente non è possibile: si possono però studiare l’andamento dei vulcani e delle scosse in generale in una determinata area per indovinarne il comportamento geologico e capire se può esservi la possibilità di eventi. Ma più di questo non è possibile. Eppure in corrispondenza di alcune forte scosse sono stati notati dei fenomeni davvero particolari. E’ stato lo stesso INVG ad investigare sul tema e ciò che era stato rilevato era poi finito in un articolo del 2014 sul tema.

Si parla in questo caso della testimonianza di due agricoltori in provincia di Modena. Il primo racconta come il giorno prima del terremoto in Emilia avesse preso l’acqua dal pozzo per innaffiare trovandola torbida. L’altro ha parlato di un cambiamento nelle sue colture e spiega:

Subito prima della scossa iniziale le piante hanno cominciato a crescere in modo impressionante. Sono triplicate in altezza nel giro di tre giorni. Poi all’improvviso sono morte tutte.

In questo caso forse si può dire che le colture abbiano sentito il terremoto. Non tanto in quanto a vera e propria vibrazione in arrivo quanto i cambiamenti geologici del terreno. Per quale motivo le piante hanno subito un accelerazione dello sviluppo e poi si sono seccate? Forse è importante imparare ad osservare tutto.

Photo Credit | Pixabay

google-max-num-ads = "1">