Come proteggere le piante esposte al sole

di gianni puglisi

Con il sole estivo sono necessari alcuni accorgimenti soprattutto per le piante coltivate in contenitore, che più di quelle che crescono a terra soffrono il caldo, soprattutto se le piante sono esposte a sud, posizione in cui i raggi del sole sono diretti per diverse ore al giorno. Inoltre, ricordate che sui balconi e sui terrazzi le temperature sono sempre più alte di qualche grado rispetto a quelle del giardino in quanto non c’è la terra ad assorbire il calore.

Proprio per questo è necessario predisporre delle protezioni temporanee per le piante, soprattutto in caso di siccità, e fornire alla pianta delle abbondanti annaffiature; se vi dovete allontanare per qualche giorno e non avete l’impianto di irrigazione centralizzato, ecco alcuni consigli.

Se le piante sono sul balcone e avete a disposizione un tendone fisso avvolgibile, apritelo per ombreggiare le piante nelle ore più calde; se non avete la struttura collocateci qualcosa di temporaneo ma di abbastanza resistente ai temporali estivi e al vento; anche un ombrellone può andare bene, sempre da aprire nelle ore più calde, ovvero tra le 11 e le 16.

Nei vasi di terracotta il terriccio si asciuga molto più velocemente che in quelli di plastica, perché questo materiale ha il vantaggio di trattenere l’umidità più a lungo. Una soluzione alternativa è quella di acquistare dei vasi auto annaffianti, cioè che sono dotati di un’intercapedine nella quale c’è un contenitore che permette di ricaricare l’acqua; di contro c’è il fatto che questi vasi vanno bene solo per pianti di piccole dimensioni.

In commercio è reperibile anche un gel di acqua complessata costituito da acqua e fibre naturali, che una volta capovolto libera acqua nel terreno; questo gel viene venduto in confezioni da 300 grammi e in genere dura una ventina di giorni e sono adatti a vasi di circa 20 centimetri di diametro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.