Semine di Gennaio, i Porri

di Marion

Quando seminare i porri

Il porro (Allium porrum) è una pianta erbacea appartenente, come aglio e cipolla, alla famiglia delle Alliaceae. Originario dei paesi del bacino mediterraneo era già noto agli antichi egizi e grazie alla gradevolezza del suo aroma e alla grande facilità di coltivazione è giunto fino a noi attraverso i millenni.

I porri infatti tollerano bene il freddo e si adattano a qualunque tipo di terreno. Seminati a gennaio daranno i loro frutti già in estate con una produzione abbastanza copiosa (una sola fila lunga tre metri permette di ottenere in genere circa 5-6 chili di porri); in un piccolo fazzoletto di terra è quindi possibile ottenerne abbastanza da soddisfare per lungo tempo il fabbisogno di una famiglia media.

Le varietà di porri maggiormente indicate per la semina in questo periodo dell'anno sono:
buy cheap cigarettes

l>

  • Grosso d'Italia;
  • Gigante d'estate;
  • Gigante di Ostia;
  • Le premier;
  • Jaune gros du Poitou.
  • Come coltivare i porri

    1. Spargete i semi di porro in un semenzaio protetto a una profondità di un centimetro e mezzo.
    2. Quando le piantine avranno raggiunto un'altezza compresa fra 5 e 25 centimetri tagliatene le foglie e mettetele a dimora nell'orto a distanza di 25 centimetri l'una dall'altra e rispettando una distanza di 40 centimetri tra le file.
    3. Irrigate in abbondanza e sarchiare regolarmente il terreno intorno alle piantine;
    4. Giunta la primavera potete rincalzare per favorire l'imbianchimento.
    5. Quando i porri saranno spessi circa due centimetri estraeteli dal terreno stando ben attenti a non rompere i fusti.

    I porri possono essere seminati anche nel periodo compreso tra febbraio e marzo per avere un raccolto autunno-invernale. In questo caso le varietà più indicate sono:

    • Mostruoso di Carentan;
    • Large American Flag;
    • Bleu de Solaise;
    • Solaise violet.
    zp8497586rq