Come rinvigorire le piante dopo le vacanze

di Valentina

Come rinvigorire le piante dopo le vacanze? Per quanto si possa tentare un loro mantenimento adeguato, alcuni esemplari possono soffrire particolarmente della mancanza di cure causata dalle ferie: come regolarsi?

Le piante d’appartamento hanno spesso bisogno di cure più specifiche rispetto a quelle che coltiviamo in giardino,soprattutto se ci allontaniamo per un periodo di tempo e non possiamo occuparci di loro. Le nostre nonne mettevano un palmo di acqua nella vasca da bagno, vi inserivano i vasi e partivano, occupandosi di eventuali danni al ritorno. E se qualche pianta periva… non era una tragedia.

Quel che bisogna sapere è che se non vengono annaffiate per circa 15 giorni, le piante avranno come base un terriccio molto secco che, per essere adeguatamente reidratato senza problemi dovrà essere smosso. La pianta di per sé dovrà essere ripulita da tutte le foglie secche, in modo tale da non causare marciumi sul lungo periodo. Per rivitalizzare la stessa sarà infetti necessario immergerla in almeno 4 dita di acqua che poi dovrà essere scolata in modo certosino.

Ad una settimana da questo intervento bisognerà agire attraverso una concimazione adatta alla pianta. Essa servirà per darle la giusta spinta verso il periodo invernale. Ovviamente andrà utilizzato un fertilizzante pensato per il genere di esemplare di cui ci si sta prendendo cura. Ed importante: da questo tipo di approccio è bene eliminare piante grasse e succulente. La loro fisiologia non funziona come le altre, si rischia inutilmente di mettere in pericolo.

 

Ricapitolando: pulizia dalle foglie gialle e secche, idratazione e concimazione. In questo modo sarà possibile recuperare qualsiasi pianta a prescindere dal suo grado di stress derivante dalle vacanze.

Foto credits: Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.