Rose e piante infestanti: cosa fare

di Valentina

Le rose sono dei fiori stupendi se curati con amore. Talvolta possono esserlo anche quando, per qualsiasi problema, non si riesce a provvedere adeguatamente alla loro coltivazione. Se siete fortunati, ed afidi ed altri insetti parassiti non attaccano i vostri cespugli, potreste avere a che fare con delle piante infestanti. Vediamo insieme cosa fare. 

Ho fotografato i miei cespugli di rosa, in piena fioritura. Come potete vedere sono completamente avvolti dalle piante infestanti. Purtroppo quando si hanno dei problemi personali, il giardinaggio passa un pochino in secondo piano, ma i risultati che si sono palesati ai miei occhi, nonostante una tardiva fioritura quest’anno, sono stati comunque straordinari. Vediamo insieme cosa fare per poter ovviare alla diffusione a macchia d’olio delle piante infestanti. La prima cosa da fare, se come me avete degli arbusti di rosa come bordura, è tentare, dotati di guanti resistenti da giardinaggio, di districare i rami di rosa da eventuali rampicanti di altre piante che si sono avviluppate attorno ai fusti. E’ più difficile a dirsi che a farsi quasi, se si fa attenzione.

Fatto questo, sempre utilizzando i guanti, legate momentaneamente in una sorta di “mazzo”, in base alla resistenza dei rami e senza forzarli troppo. Questa legatura deve avvenire il più possibile vicina alla base, sia per non forzare la piante, sia per rendere più agevole l’eliminazione delle piante infestanti. Se le stesse sono cresciute a tappeto attorno ai vostri cespugli di rosa, potete agire con comodità semplicemente strappandole con le mani e facendo attenzione a non ferirvi.  Quando anche l’erba attorno alle vostre piante è troppo alta, è bene, una volta legate le rose, tagliare tutto con un decespugliatore.

Una volta eliminate le piante, per essere sicuri di aver “cancellato” definitivamente l’infestazione, prendete una zappa e rigirate la terra, in modo tale da eliminare piccole radici dimenticate e far respirare il terreno, rendendo il vostro spazio adatto, se volete, per piantare ulteriori piante ornamentali. E’ un metodo provato, diverse volte, con successo, che con molta probabilità ripeterò fra qualche giorno anche io. Ovviamente finito tutto ricordatevi di sciogliere le rose!

Photo Credit | Valentina Cervelli

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.