San Valentino: spazio a bouquet di fiori stagionali

di Valentina

Sebbene manchi ancora qualche giorno a San Valentino, è bene iniziare subito a porre le basi per un regalo floreale il più possibile gradevole, gradito, ma anche sostenibile da ogni punto di vista. Lasciamo quindi perdere se possibile le rose e orientiamoci su un bouquet di fiori stagionali.

Cosa scegliere? E’ presto detto, sotto il consiglio degli esperti di Confagricoltura. La scelta migliore ricadrebbe su primule, anemoni e ginestre. Il loro essere fiori di stagione, in fioritura proprio in questo periodo, li rende un prodotto presente nell’immediato sul nostro territorio. Senza quindi il bisogno di importare coltura che per clima e loro natura non sono presenti in Italia in questo paese. Si tratta di favorire, in un certo senso il made in Italy, assicurandosi qualità, bellezza e soprattutto durata, visto che il fiore sarebbe tutt’altro che stressato da eventuali viaggi.

Non molti sanno che la maggior parte dei fiori italiani, grazie alla nostra latitudine ed all’esposizione solare, vengono in gran parte coltivati in piena terra senza bisogno di serre. La crescita di un fiore sotto la luce diretta del sole ne aumenta automaticamente la durata. Se vi siete chiesti almeno una volta nel corso della vostra vita il perché dell’incapacità di far durare i fiori che vi hanno regalato a lungo, la risposta è nella permanenza degli stessi in cella frigorifera per consentire loro di essere esportati in diverse parti del globo.

Nessun obbligo ovviamente, ma da amanti dei fiori e della natura, è un consiglio che vi diamo. Prediligete mazzi di fiori di stagione, un po’ come si fa con la frutta e la verdura. In questo periodo di crisi significa non solo aiutare le nostra aziende ma anche pagare di meno per ottenere di più.  E poi, il mondo dei fiori è bello perché vario, potete sempre giocare con i loro significati e con i coloro di stupendi esemplari.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.