Settembre, moltiplicare per talea: la maggiorana

di Valentina

Settembre è un mese adatto alla semina ed alla moltiplicazione di diverse piante. La maggiorana è una di esse. Parliamo di un vegetale appartenente alla famiglia delle Lamiaceae . Il suo nome scientifico è Origanum majorana  ( è una parente molto stretta della spezia che noi comunemente conosciamo come origano,n.d.r.) ed è conosciuta anche con il nome di Majorana hortensis. Se vogliamo moltiplicare per talea questa erba officinale, il momento è davvero quello giusto.

Ricordiamo che si tratta di una pianta erbacea, che sebbene sia strettamente legata all’Origano, spontaneo in Europa, da noi viene solamente coltivata.

Partiamo dall’inizio. Per prima cosa bisogna prelevare le talee, recuperando gli apici vegetativi  dalla pianta che vogliamo moltiplicare. Essi devono essere lunghi dagli otto ai dieci centimetri  ed onde evitare che la pianta ne risenta, debbono essere tagliate da piante di almeno 2 anni di età.  Vi ricordiamo che quando si deve moltiplicare una pianta e si ha bisogno di tagliarne una parte, per effettuare questa operazione è bene utilizzare un strumento specifico o ad ogni modo una lama molto affilata,  in modo tale di evitare la sfilacciatura della talea che stiamo tagliando.

Una volta eliminate le foglie poste più in basso si può immergere, volendo, la radice della talea in una polvere rizogena che, sebbene non sia essenziale per la buona riuscita dell’operazione, non rappresenta un passaggio obbligato della stessa.  Bisogna prendere poi un vaso contenente due parti di terriccio fertile ed una di sabbia grossolana, e praticare al suo interno dei buchi nei quali potere impiantare le talee. Serviranno ovviamente  tanti buchi per quante talee si sono ottenute. Il processo è molto simile a quello di moltiplicazione per talea della salvia.

Fatto questo bisogna ricoprire il vaso con un foglio di plastica trasparente collocandolo all’ombra ed ad una temperatura di circa 18°. E’ importante mantenere sempre il terriccio umido (senza bagnare la pianta). Ogni giorno bisognerà  fare attenzione e togliere la plastica per eliminare la condensa che si formerà e controllare il grado di umidità. Appena nascono i germogli, sinonimo che la talea ha attecchito, si può eliminare la plastica e spostare il vaso in una zona luminosa.  Quando le talee di maggiorana  avranno messo i nuovi getti saranno pronte per essere piantate nel terreno o nel vaso scelto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.