Stella di Natale, le leggende messicane

di Valentina

La stella di Natale è uno dei fiori più utilizzati in occidente per simboleggiare il Natale. Pochi però sanno che si tratta di una pianta originaria del centroamerica e che vi sono delle leggende messicane che la riguardano davvero interessanti.

Gli atzechi e Cuetlaxochitl

La Stella di Natale veniva chiamata Cuetlaxochitl dagli atzechi che tra il 1400 ed il 1500 vivevano nell’attuale Messico. Il nome da loro scelto significa “fiore di pelle”  essa era utilizzata per decorare i tempi e considerata come simboli di vita nuova per onorare i guerrieri caduti in battaglia. Si dice che Cuetlaxochitl fosse la pianta preferita di Montezuma, e che il suo colore rosso derivasse dal sangue di una dea azteca morta per via di un amore non corrisposto le cui goccie di sangue caddero sulla terra.

Stella di Natale: Flores de Noche Buena

Un’altra leggenda relativa alla stella di Natale o poinsettia riguarda Pepita, una ragazza povera che non poteva comprare un regalo a Gesù Bambino. Raccolse per questo motivo un mazzolino di ramoscelli ed erbacce perché cosciente che Dio dei doni apprezza l’amore e non la foggia. E che quindi sebbene molto umile, avrebbe gradito il mazzo composto da Pepita. Come per magia durante la messa di Natale,  mentre la giovane si trovava in chiesa, iniziarono da questo bouquet a nascere fiori rosso e verde acceso.  Esso è considerato il fiore ufficiale natalizio in Messico. Piccola curiosità: l’euphorbia pulcherrima deve il nome di poinsettia a colui che per primo portò la pianta negli Stati Uniti: Joel Roberts Poinsett.

Photo Credit | Pixabay

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.