La storia dell'albero di Natale

di gianni puglisi

La storia dell'albero di Natale

Il simbolo per eccellenza del Natale è sicuramente l’albero, e oggi, finalmente, ve lo potrete godere insieme a tutta la famiglia; ma da dove nasce la tradizione di addobbare l’abete per festeggiare il Natale? Approfittando di questo giorno, oggi, vi racconteremo la storia dell’albero di Natale.

A differenza del Presepe, che ricorda la Natività, l’albero di Natale, non ha radici prettamente cristiane, anche se rappresenta il rinnovarsi della vita, e il ciclo continuo della natura. La figura dell’abete era presente già nel Medioevo, e con il passare dei secoli è stato assimilato anche dalla religione cristiana, tanto che, anche nel luogo per eccellenza della cristianità cattolica, cioè Piazza San Pietro, svetta un grande abete decorato e illuminato.

Non si hanno molte notizie sull’abitudine di how can i get my ex girlfriend back

nali-decorare-albero-natale/11391/”>addobbare l’abete in occasione delle feste di Natale, e le prime testimonianze risalgono alla Germania del XVI secolo, quando, secondo una cronaca del 1570, si iniziò a decorare l’abete con fiori di carta, datteri, noci e mele. In ogni caso è la città di Riga che si vanta di aver addobbato il primo “albero di Capodanno” nel 1510.

Per quanto riguarda il Medioevo, si sa che il 24 dicembre in Germania di festeggiava il “giorno di Adamo e di Eva”, e nelle piazze delle città venivano addobbati gli alberi con frutti e altri oggetti per ricordare il Paradiso Terrestre; ben presto, gli alberi presenti furono sostituiti dagli abeti, che oltre ad essere considerati magici da popolo, non ingiallivano durante l’anno.

L’abete, infatti, fin dai tempi del paganesimo, è simbolo della vita che si rinnova, della nascita e della maternità, oltre al fatto di essere un albero sempreverde, e quindi perfetto per incarnare il significato delle feste natalizie.

All’inizio, l’usanza di addobbare l’albero rimase una tradizione esclusiva della città che si trovavano a nord del Reno, ma piano piano riuscì a diffondersi anche in altre zone fino a diventare il simbolo di Natale per eccellenza di quasi tutto il mondo.

zp8497586rq