Xylella, meno fitofarmaci in Puglia

di Valentina

Meno fitofarmaci ed avanti con le eradicazioni. E’ questo che esce dall’incontro del commissario anti-xylella Giuseppe Silletti con il presidio che ancora si trova ad Oria. La sentenza europea infatti potrebbe cambiare ancora le carte in tavola.

Vi è stato effettivamente dialogo tra le due parti questa volta. Per salvare le piante e fare meno danno collaterale possibile. Anche se la possibilità di dover radere a tappeto alcuni uliveti rimane nell’aria. Quel che c’è di diverso è che questa volta il commissario ha richiesto che le proposte di coloro che manifestano, vengano messe nero su bianco in questa emergenza xylella, per fare in modo che possano giungere al Ministero per l’Agricoltura ed essere studiate efficacemente.

Si sperava che la decisione del Tar del Lazio ponesse fine al problema almeno per qualche mese: a quanto pare non è così. Purtroppo l’orientamento europeo non è cambiato. Il Comitato fitosanitario permanente di Bruxelles vuole che avvenga una “rimozione e distruzione delle piante infette e di tutte le piante ospiti in un raggio di 100 metri, a prescindere dal loro stato di salute”. Che è proprio quello che tutti vorrebbero evitare. Questo come già sostenuto diverse volte dovrebbe portare alla creazione di una zona cuscinetto contro la diffusione della xylella fastidiosa in una fascia lunga circa 20 km, che dovrebbe evitare l’espandersi del contagio. Il problema è che se teoricamente l’idea potrebbe anche essere giusta, nella realtà tutto ciò porterebbe all’eradicazione totale di ulivi, oleandri ed alberi da frutto mettendo in ginocchio i coltivatori e l’intera zona.

Il commissario per l’emergenza spiega che in caso la reazione dei manifestanti dovesse essere violenta, la “palla” della gestione del taglio passerà al prefetto e quindi verranno chiamate in causa le forse dell’ordine. Il vero problema alla base di tutto? La mancanza di prove scientifiche dell’efficacia dell’eradicazione contro la xylella. E dall’altra parte la mancanza di una cura definitiva che non sia composta da rimedi naturali.

Photo Credits | gab90 / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.